Tonali-scommesse, ancora guai. Indagato dalla FA: “Regole violate 50 volte”

Continua il periodo buio per Sandro Tonali: il giocatore del Newcastle, al momento squalificato dieci mesi più otto di servizi sociali per il caso scommesse, è stato ufficialmente deferito anche dalla Federcalcio inglese per aver violato 50 volte le regole della FA. Avrebbe puntato su alcuni match in un periodo compreso tra il 12 agosto e il 12 ottobre 2023. Ora l’ex giocatore del Milan dovrà rispondere alle accuse entro il 5 aprile per difendersi ed evitare ulteriori problemi.

Tonali accusato in Inghilterra: 50 violazioni sulle scommesse

L’inchiesta della Federcalcio inglese è partita subito dopo la chiusura di quella italiana. La nota della federazione non specifica se il centrocampista abbia o meno scommesso sui match della sua squadra, limitandosi a dire che si tratta di “partite di calcio”. Questo il comunicato: “Sandro Tonali è stato accusato di cattiva condotta in relazione a presunte violazioni delle regole sulle scommesse della FA. Si presume che il centrocampista del Newcastle United abbia violato la regola E8 della FA 50 volte piazzando scommesse su partite di calcio tra il 12 agosto 2023 e il 12 ottobre 2023. Sandro Tonali ha tempo fino al 5 aprile 2024 per rispondere”. 

Il comunicato del Newcastle

Il Newcastle United riconosce un’accusa di cattiva condotta ricevuta da Sandro Tonali in relazione a presunte violazioni delle regole sulle scommesse della FA. Sandro continua a rispettare pienamente le indagini pertinenti e conserva il pieno sostegno del club. A causa di questo processo in corso, Sandro e il Newcastle United non sono in grado di offrire ulteriori commenti in questo momento” – così il club ha precisato la sua posizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Inter, Zhang è all'angolo: il compratore lo trova Oaktree Successivo Approvato il Piano Strategico del Sistema Calcio. Gravina: "Un grandissimo successo"

Lascia un commento