The Sun: "Da Henry a Ramsey, flop in Serie A e top in Premier"

Quelli che hanno ‘bucato’ in serie A e che invece sono star in Premier League. Il Sun si è divertito a fare una sorta top seven con i calciatori che nel nostro campionato hanno fatto flop, ma che oltre Manica sono invece ricordati come veri e propri gioiellini. Ci sono naturalmente nomi illustri perché l’Italia spesso ha fatto affari e continua a farne con la Premier League.

La Top Seven dei flop in Italia e stelle in Inghilterra

Non si può che partire con il francese Thierry Henry, capocannoniere di tutti i tempi all’Arsenal. Ma prima di ‘abbellire’ la Premier League, il campione mondiale con la Francia, era passato da noi. Dalla Juve, in cui non ha però lasciato tracce. Il trasferimento in Inghilterra avvenne per 10,5 milioni di sterline. È stato Arsene Wenger a trasformarlo in uno dei più grandi attaccanti della sua generazione.

Un altro attaccante dalla ‘doppia vita’ è l’olandese Dennis Bergkamp, anche lui eroe all’Arsenal, riconosciuto come uno dei migliori giocatori europei ai tempi dell’Ajax negli anni ’90. Proprio dai lancieri arrivò all’Inter 7,1 milioni sterline, ma se chiedete a un tifoso nerazzurro cosa ne pensa di Bergkamp, storcerà il naso. Ha anche giocato fuori posizione in Italia. Fu addirittura definito ‘Asino della settimana’, in Italia, con il premio che cambiò nome e diventò ‘Bergkamp of the Week’. In 74 partite, 22 gol: nel 1995 il trasferimento all’Arsenal per 7,5 milioni di sterline.

Philippe Coutinho, al Liverpool, è diventato uno dei centrocampisti più temuti del Paese. Tanto che è passato al Barcellona per 142 milioni di sterline. E dire che era arrivato a Liverpool per soli 8,5 milioni di sterline, dall’Inter, dove da giovanissimo non venne mai apprezzato, tanto che prima venne girato in prestito all’Espanyol e poi, nel 2013, ceduto definitivamente agli inglesi.

Ian Rush, l’uomo che non perdonava i portieri con la maglia del Liverpool, alla Juve è stata poco più di una meteora. Con i Reds, in due periodi diversi, un totale di 346 reti, il record. Nella stagione 1987/88 in bianconero: poca gloria e tanti fischi.

Top e flop: dagli attaccanti ai difensori e ai centrocampisti

Il Sun cita anche Des Walker, roccia difensiva nello Sheffield Wednesday. Alla Sampdoria di Sven Goran Eriksson un disastro come terzino, nel 1993 il ritorno in Inghilterra.

Il portiere Joe Hart era arrivato al Torino come un eroe. L’avventura era iniziata già male con il nome storpiato sulla schiena. Ha subito un gol comico contro l’Empoli, ma come è possibile questa metamorfosi per chi ha difeso la porta della Nazionale inglese per 75 volte?

Gioca tuttora in Italia Sir Aaron Ramsey, una disgrazia per molti tifosi della Juve, che lo vogliono fuori al più presto. Prende 400 mila sterlina alla settimane, è più in infermeria che ad allenarsi. All’Arsenal era titolare inamovibile, con 64 gol all’attivo. Potrebbe ora tornare in Premier League.

Juve, mercato in uscita: ecco tutti i nomi

Guarda la gallery

Juve, mercato in uscita: ecco tutti i nomi

Precedente DIRETTA ALEGERIA SIERRA LEONE/ Video streaming tv: i precedenti ufficiali sono tre Successivo Roma, serve voltare pagina: i quattro punti da cui ripartire

Lascia un commento