Svizzera, col Portogallo serve un’impresa. Ma i precedenti dicono equilibrio

Ultima a zero punti nel gruppo 2 della Nations League la selezione di Yakin dovrà vedersela contro la capolista allenata da Santos

La Svizzera ultima nel gruppo 2 di Nations League con zero punti sfida il Portogallo capolista con sette. Fischio d’inizio a Ginevra domenica alle 20.45. La squadra di Yakin ha perso tutte le tre partite finora riuscendo a segnare appena una rete nel 2-1 all’esordio contro la Repubblica Ceca. La formazione di Fernando Santos è invece ancora imbattuta con un pari e due successi.

ULTIMI RISULTATI

—  

È un periodo complicato per la Svizzera. Dopo aver conquistato la qualificazione diretta al prossimo Mondiale chiudendo al primo posto nel girone con l’Italia, la squadra di Yakin si è praticamente fermata: quattro k.o. e un pareggio. L’ultimo successo è arrivato il 15 novembre contro la Bulgaria (4-0). La nazionale elvetica non ha fatto meglio in Nations League, nelle nove partite più recenti ha ottenuto una sola vittoria poi tre pareggi e cinque sconfitte. Molto meglio il Portogallo, CR7 e compagni hanno strappato in extremis il pass per il Qatar superando in finale playoff la Macedonia del Nord. Poi gli uomini di Fernando Santos non si sono più fermati e nelle ultime due gare hanno realizzato addirittura sei gol totali, riuscendo a tenere la porta inviolata.

I PRECEDENTI

—  

Grande equilibrio nel conto dei precedenti, ma le ultime tre sfide se l’è aggiudicate tutte il Portogallo. La più recente quella d’andata a Lisbona: 4-0 il risultato finale. Le nazionali si sono affrontate anche in semifinale di Nations League nel 2019, ad avere la meglio il gruppo di CR7 che poi conquistò il trofeo in finale contro l’Olanda. La Svizzera ha superato dieci volte gli avversari contro i nove successi dei lusitani, cinque i pareggi. La vittoria più recente degli elvetici è arrivata nel 2016 durante le qualificazioni al Mondiale 2018: 2-0, reti di Embolo e Mehmedi. In panchina c’era Petkovic. La Svizzera negli ultimi tre k.o. subiti col Portogallo è riuscita a segnare una sola rete, subendone ben nove. Per la squadra di Yakin sarà difficile recuperare posizioni in classifica, anche se lo zero sotto la casella dei punti pesa. A Ginevra, l’ultima chance per sbloccarsi.

Precedente Martinez: “Lukaku vuole giocare dove si sente importante” Successivo La Spagna non ha mai perso contro la Repubblica Ceca. Ma che fatica all’andata

Lascia un commento