Spina tra amore, famiglia e calcio: “Torno presto. E più forte di prima”

Siamo andati a trovare il terzino della Nazionale e della Roma in convalescenza dopo la rottura del tendine d’Achille subita all’europeo. E, insieme a sua moglie, abbiamo scoperto l’uomo ironico (tanto), geloso (il giusto) e soprattutto sicuro di sé

Testo di Massimo Cecchini e Chiara Zucchelli

4 settembre – Milano

La popolarità è una vetrina illuminata, ma anche un ladro di notte. Concede privilegi seducenti, ma può sottrarre l’anima attraverso impercettibili spostamenti del cuore. Eppure, sarà per quelle stampelle rosse e acciaio appoggiate accanto al tavolo, sarà per Mattia che scorrazza per un po’ con la vitale indifferenza dei suoi tre anni, l’impressione è che Leonardo e Miriam Spinazzola abbiano già lo sguardo di chi sia vaccinato agli eccessi e alla retorica.

Precedente Mandzukic, è addio al calcio giocato: l'annuncio dell'attaccante sui social Successivo Cagliari, allenamento personalizzato per Ceppitelli

Lascia un commento