Spalletti si gode il +8 sulla Juve: “Vittoria meritata, Koulibaly è il nostro comandante”

Il Napoli parte con tre vittorie su tre in Serie A, non accadeva dai tempi di Benitez: “Nel secondo tempo abbiamo fatto di più, con Ounas giravamo palla a tre e forse lì qualche sbocco lo abbiamo trovato, ma è stata la pressione in generale che ha determinato che ci fossero gli errori visti”

È sereno, Luciano Spalletti. Tre su tre in campionato: un inizio così il Napoli non lo aveva dai tempi di Benitez. “Alla fine del primo tempo si tenta sempre di fare qualcosa, ma sono fondamentali le reazioni dei calciatori – dice il tecnico degli azzurri -. Nel secondo tempo abbiamo fatto di più, con Ounas giravamo palla a tre e forse lì qualche sbocco lo abbiamo trovato, ma è stata la pressione in generale che ha determinato che ci fossero gli errori visti. Koulibaly? Lo dovreste vedere da vicino per capire. È un grande uomo. Ha la forza di essere il comandante della squadra dal punto di vista della personalità e dello spessore”.

Esecutori

—  

Manolas, autore dell’errore iniziale che ha consentito il gol di Morata, a fine gara ha detto: “Siamo fortissimi”. Spalletti risponde: “Sì, va bene, ma siamo quello che si fa e non quello che si dice. Bisogna far vedere di essere fortissimi, diventare esecutori di quello che si dice e pensa. Di sicuro la squadra vuole confrontarsi ad alto livello con tutti. Tornando alla gara: alla fine del primo tempo si doveva fare qualcosa di più, la Juve abbassava l’attaccante a 20 metri dall’area di rigore. Dobbiamo comunque fare meglio. La squadra pur senza fare una vittoria nettissima ha meritato, ma nella costruzione del gioco si deve crescere. E Manolas è uno di quelli che deve fare ancora molto”.

Precedente Juve, un punto in 3 partite: non è la prima volta e c'è il precedente che fa sperare Successivo Nizza, un inizio di campionato super!

Lascia un commento