Serie B, Spal-Ascoli 1-2. A Rastelli non basta Valoti

FERRARA – L’Ascoli espugna Ferrara in rimonta per 1-2 battendo la Spal al termine di una gara incerta fino all’ultimo: dopo il vantaggio di di Valoti al 26′, gli ospiti hanno pareggiato Sabiri al 42′ e si sono portati in vantaggio con Bajic al 53′. Nel finale la Spal crea palle gol in serie alla ricerca del pareggio ma, al triplice fischio siamo ancora sull’1-2. Con questo successo l’Ascoli si rilancia andando a 37 punti con 5 lunghezze sui playout mentre la Spal si vede sempre più invischiata nella lotta per gli ultimi due posti disponibili a disputare i playoff: la squadra di Rastelli resta ferma a 60, sesta posizione. 

Sblocca Valoti, pareggia Sabiri

E’ l’Ascoli a creare il primo pericolo dell’incontro al 17′: Sabiri serve la corsa di Saric il quale, dalla destra, mette immediatamente in mezzo dove Bajic cerca la deviazione in tuffo di testa che gli viene impedita dallo scontro con Berisha. Ancora Ascoli al 21′: stavolta è Sabiri a cercare la conclusione a rete, con un destro violento sul quale Berisha si supera per respingere, bravo Missiroli poi ad allontanare la sfera anticipando l’arrivo di Dionisi. Al 24′ si vede la Spal: Valoti vede, e serve, l’inserimento in area di rigore di Di Francesco che va al tiro con un mancino di prima intenzione, Leali devia in calcio d’angolo. Vantaggio della Spal al 26′: Missiroli serve Floccari che fa da sponda per l’inserimento di Valoti: destro ad incrociare di quest’ultimo, palla alle spalle di Leali, 1-0. Trascorrono pochi minuti e al 33′ Segre potrebbe raddoppiare su contropiede in superiorità numerica lanciato da Di Francesco ma Leali salva con difficoltà. L’Ascoli pareggia al 42′: l’azione parte da Dionisi, scarico all’indietro per Bajc che pesca dall’altra parte per D’Orazio: conclusione rasoterra, all’altezza del dischetto interviene Sabiri che batte Berisha, 1-1. In pieno recupero la Spal cerca di riportarsi in vantaggio: Floccari si libera in dribbling in area, conclusione mancina, ma Leali risponde presente. 

La decide Bajic nella ripresa

In avvio di ripresa si vedono molte occasioni da ambo le parti e al 51′ è Bajic a sprecare un’ottima palla su recupero nella trequarti avversaria ma non riesce a calciare da ottima posizione dovendosi far perdonare al 53′, quando porta in vantaggio i suoi per l’1-2 su cross di D’Orazio che il centravanti riesce a spingere in rete da due passi. I padroni di casa non ci stanno e cercano di controbattere piazzandosi nella metà campo nemica e rischiano di pareggiare ma Murgia non riesce a calciare dopo aver stoppato di petto una bella spizzata di Di Francesco su cross di Strefezza prima che Segre mandi sopra la traversa di poco da assist dello stesso Di Francesco. Cresce la manovra ferrarese e Di Francesco, servito da Strefezza, colpisce a giro stampandosi sulla traversa; poco dopo, Strefezza, incuneatosi nella retroguardia nemica durante il miglior momento dei suoi, spedisce appena fuori ancora a giro. In pieno recupero, Bidaoui sfiora il tris, ma Berisha gli dice no con un super intervento.

Precedente Lille, che assist al Psg: solo 1-1 con il Montpellier Successivo Bundesliga, Hoffenheim e Var fermano il Lipsia

Lascia un commento