Serie B, Alessandria ko in casa. Poker del Como, Cremonese pari

TORINO – La dodicesima giornata del campionato di Serie B è proseguita nel pomeriggio di oggi con quattro incontri. Ko interno per l’Alessandria che cade 0-2 con la Ternana al Moccagatta. con il punteggio di 2-0.  Poker del Como sul Perugia. L’Ascoli torna al successo contro il Vicenza e sale a 18. Parità tra Cremonese e Spal

Alessandria-Ternana 0-2

La Ternana passa in vantaggio al 15′: Falletti va al cross per Donnarumma che batte il portiere dei grigi Pisseri con un pallonetto da posizione defilata. L’Alessandria va in rete al 34′ con Chiarello, ma il Var rileva una posizione irregolare di Corazza nell’azione, tra le proteste dei grigi. Al 42′ raddoppio rossoverde: Falletti serve Partipilo, cross in mezzo dove Donnarumma firma la doppietta.  Ad inizio ripresa l’Alessandria reclama un penalty con Corazza, ma l’arbitro lascia correre. I padroni di casa provano una reazione con Di Gennaro, Chiarello e Arrighini nel finale ma il punteggio non cambia più.

Ascoli-Vicenza 2-1

Vicenza pericoloso al 15′ con la conclusione di Taugourdeau che termina alta: scatta anche il check del Var per un contatto dubbio Salvi-Bruscagin in area, ma si riprende con la rimessa da fondo campo. Al 20′ Ascoli in vantaggio: Salvi in profondità per Dionisi che, eluso un indeciso Ierardi, insacca. Al 23′ rete annullata al Vicenza: Pasini insacca da posizione irregolare, al 25′ l’Ascoli colpisce un palo con Salvi. Ancora rete annullata all’Ascoli al 36′ a Salvi, per un offside di Dionisi. Raddoppio dell’Ascoli al 43′ con un autogol di Brosco su tiro di Dionisi dopo cross di Salvi. nella ripresa, l’Ascoli sfiora il tris con Dionisi, poi il Vicenza accorcia con Diaw al 17′. Al 40′ Ascoli pericoloso con una conclusione di Caligara che, con una deviazione di De Paoli, impatta sul palo. Ascoli che si porta a 18 in zona play off, Vicenza fermo a 4 in penultima posizione. 

Como-Perugia 4-1

Parte forte il Perugia con una traversa di Sgarbi su una punzione di Burrai sul secondo palo. Passano cinque minuti però e il Como è avanti: discesa di Chajia, verticalizzazione per La Gumina che con preciso diagonale batte Chichizola. Il Como spinge e si rende ancora pericoloso in altre circostanze, specie al 12′ quando Parigini colpisce un palo da buona posizione. Passa un minuto e c’è un rigore per i padroni di casa assegnato dal Var per un tocco di mano di Dell’Orco. Dal dischetto Cerri è glaciale e raddoppia. Al 18′ arriva anche il tris comasco con Bellemo che su suggerimento di Cerri lascia partire un destro imprendibile per l’estremo del Grifo. Gli umbri vanno in difficoltà e subiscono anche il poker al minuto 28. E’ Solini a realizzarlo, dopo aver sfruttato una sponda di Scaglia su situazione d’angolo. La prima frazione si chiude sul 4-0. In avvio di ripresa il Perugia accorcia subito (3′) con De Luca. Il Como va alla sosta a 19 punti, in zona play off, il Perugia resta a 17. 

Cremonese-Spal 1-1

I primi diciannove minuti di gara sono molto spezzettati, poi al 20′ ecco il primo sussulto, con la Spal vicinissima al gol con Colombo che sfrutta un appoggio di prima di Moro e calcia botta sicura: palla fuori di poco. Lo stesso attaccante si ripete poco dopo, ma anche in questo caso la sfera non entra.  Al minuto 28 la Spal sfiora di nuovo la rete con Esposito ma la sua conclusione finisce sull’esterno della rete, così come al 33′ quando solamente il ginocchio di Valeri, nega il gol a Mancosu. Nel momento migliore degli ospiti però, segna la Cremonese: Buonaiuto sfrutta un rinvio dal fondo di Carnesecchi, scappa a Vicari e supera Seculin con un pallonetto. La Spal è chiamata a una reazione, la Cremo sfiora il raddoppio ancora con Buonaiuto, ma nei minuti finali di frazione trova il pari con  Melchiorri che sfrutta un suggerimento di Mora e mette sotto la traversa. Primo tempo che si conclude sull’1-1. Nella rirpesa poco o nulla da segnalare: termina così. La Cremonese per la quinta gara di fila non riesce a vincere e resta momentaneamente settima. mentre la Spal sale a 14. 

Precedente Caso Giuliani, la moglie: "Dimenticato da tutti perché l'Aids fa paura" Successivo La Roma parte favorita sul campo del Venezia

Lascia un commento