Serie A: saltano 4 partite del 6 gennaio 2022 per Covid, altre sono in bilico, solo quattro sono sicure

Il Covid mette in ginocchio la Serie A alla ripresa del campionato, saltano le seguenti partite: Atalanta-Torino (i granata sono stati bloccati dall’Asl), Venezia-Salernitana (i campani sono stati bloccati dall’Asl), Fiorentina-Udinese (i friulani sono stati bloccati dall’Asl) e Bologna-Inter (la partita è stata rinviata). Le altre partite restano in bilico.

Le uniche gare che verranno disputate sicuramente saranno: Sampdoria-Cagliari, Lazio-Empoli, Sassuolo-Genoa, Milan-Roma.

Il Torino non ha potuto raggiungere Bergamo

I granata avevano otto positivi tra calciatori e staff quindi l’asl di Torino ha vietato alla squadra di Urbano Cairo la partenza per Bergamo. Non si può parlare di rinvio della partita perché l’Atalanta si presenterà ugualmente al campo per ottenere, da regolamento, la vittoria a tavolino.

La Salernitana ha 25 positivi al Covid, niente trasferta di Venezia

Anche in questo caso, lo scenario è simile a quello di Atalanta-Torino. La Asl ha stoppato la Salernitana perché i campani hanno ben 25 positivi in organico tra calciatori e membri dello staff. Anche in questo caso, potrebbe essere assegnata la vittoria a tavolino al Venezia.

Udinese con 7 positivi, vietata la trasferta di Firenze 

Anche in questo caso, siamo al cospetto di uno scenario simile ai precedenti. La gara potrebbe essere rinviata o potrebbe essere assegnata la vittoria a tavolino alla Fiorentina perché l’Asl di Udine ha vietato all’Udinese la trasferta di Firenze. I friulani hanno 7 positivi in organico.

E’ diverso il discorso di Bologna-Inter

Infatti in questo caso la decisione è stata presa dall’asl della squadra padrona di casa, ovvero l’asl di Bologna. I rossoblù hanno otto positivi in organico quindi il match contro l’Inter verrà rinviato a data da destinarsi.

Precedente Bayern, in campo col Gladbach nonostante i tanti positivi. Salihamidzic: "Ci atterremo alle regole" Successivo Cassano ricoverato per Covid, il videomessaggio dall’ospedale: “Sto bene, presto volo a casa”

Lascia un commento