Secondo in classifica, ma il Siena e Gilardino si separano a sorpresa

L’allenatore è stato sollevato dall’incarico. Lo ha comunicato il club con una nota ufficiale

Alberto Gilardino non è più l’allenatore del Siena in serie D. La decisione, a sorpresa, è arrivata nella tarda serata di oggi dopo un confronto che il tecnico ha avuto con il presidente della società bianconera Roman Gevorkyan. La società ha comunicato il divorzio con una nota sul sito ufficiale, nel quale si legge che le parti “nell’analisi della situazione attuale ritengono, di comune accordo, di sospendere l’attuale collaborazione. La società è particolarmente grata ad Alberto Gilardino di aver consentito in soli 10 giorni di organizzare una squadra in grado di affrontare un campionato di serie D che al momento vede il Siena virtualmente in testa. Nel ringraziare Alberto Gilardino nella professionalità e nella dedizione dimostrata, gli auguriamo un grande in bocca al lupo per la carriera”.

I MOTIVI

—  

Alla base dell’addio ci sarebbero divergenze sul mercato: il tecnico, infatti, prima dell’ultima gara con il Trestina in casa (finita 2-2), ha chiesto rinforzi di livello. La squadra dovrebbe essere affidata all’ex capitano del Siena Stefano Argilli, attuale responsabile del settore giovanile, affiancato a un altro ex, Gill Voria. L’ex campione del mondo era arrivato a Siena a settembre, dopo la mancata iscrizione del Siena al campionato di serie C e la conseguente cancellazione della società di proprietà di Anna Durio dai campionati professionistici. Dopo l’assegnazione del titolo, da parte del sindaco di Siena Luigi De Mossi, alla società armena Berkeley Holding, il “Gila” era stato scelto dal direttore sportivo Andrea Grammatica per la ripartenza dal campionato di quarta serie. Fra diversi rinvii per l’applicazione dei protocolli Covid, fin qui Gilardino aveva ottenuto cinque vittorie, due pareggi e due sconfitte, con i bianconeri, come ammesso dalla stessa società, virtualmente in testa alla classifica del girone E di serie D, visti i 19 punti in 9 gare rispetto ai 21 punti del Tiferno Lerchi, con 11 gare all’attivo.

Precedente Stramaccioni: “Italia nel cuore, è la mia priorità” Successivo Napoli: Osimhen ancora positivo, addio Juve

Lascia un commento