Sanchez merita un posto da titolare nell’Inter? Per FIFA…

Alexis Sanchez punta ad una casacca negli undici di partenza al servizio di mister Inzaghi, ma i compagni di reparto all’Inter non sono troppo d’accordo.

Alexis Sanchez ha deciso la Supercoppa Italiana ieri sera contro la Juventus, subentrando e lasciando il segno con una rete all’ultimo secondo. La punta cilena sta fungendo molto da jolly nella sua esperienza nerazzurra, facendo rifiatare i titolari oppure aggiungendosi al dispiegamento di forze nei casi in cui servisse sbloccare o riprendere una partita. Nel post-partita si è lasciato andare ad un piccolo sfogo, spiegando che vorrebbe più spazio da mister Inzaghi. Ma lo meriterebbe? Lo abbiamo chiesto al database di FIFA 22, l’ultimo capitolo dell’aggiornatissima simulazione sportiva di EA.

Sanchez su FIFA 22 —

Il “leone in gabbia” sudamericano è partito quest’anno con una valutazione di 80, che lo rende un buon rincalzo per un club di fascia alta come l’Inter. Tuttavia, nel corso della stagione – sia per il relativamente scarso impiego, che per l’età (32 anni) -, si è già visto abbassare l’overall di un punto, con una media di 79 assegnata con l’ultimo aggiornamento delle rose. La considerazione di FIFA 22 nei suoi confronti rimane alta: Sanchez ha una reputazione internazionale, mosse abilità e piede debole da 4 stelle, un equilibrio (la capacità che gli consente di restare in piedi sempre) da 87, un’elevazione da 85, palleggio e agilità da 84, controllo palla 83, tiri al volo 82, piazzamento 81, visione, accelerazione e potenza tiro da 80. Un calciatore completo, insomma, con tanto di caratteristiche come il tiro di precisione, la classe e il dribbling. Non fosse per quell’infortunio facile, che ha in comune con Dybala…

La concorrenza —

La concorrenza là davanti è spietata, però, e Sanchez – pur voglioso e deciso a giocarsela con tutti – lo sa bene. Senza contare giovani come Satriano (valutato con appena un 67), c’è un terzetto molto difficile da scalzare prima di lui. Edin Dzeko è partito con un 83 e viene stimato oggi addirittura con un 84, un aumento di un punto sorprendente vista l’età di ormai 35 anni. Correa, forse il profilo in rosa più simile al suo, ha cominciato l’anno con un 81 che tale è rimasto, probabilmente anche per lui in considerazione di uno scarso utilizzo, mentre il re incontrastato del presente e del futuro interista è Lautaro Martinez. L’argentino ha una valutazione da ben 85 e – con valori come l’89 di reattività ed equilibrio, 88 di tiri al volo ed elevazione, 87 di precisione di testa, 86 di accelerazione, agilità e piazzamento – sembra impossibile da sorpassare. Il fatto che sia così giovane gli garantisce poi un potenziale da 89. Insomma, chiamato in causa ha dimostrato di poter determinare, ma si capisce bene perché per Sanchez la strada per una casacca da titolare sia parecchio in salita.

13 Gennaio 2022 – 11:04

Precedente Diretta Dakar 2022/ Streaming video tv, percorso 12^ tappa (oggi 14 gennaio) Successivo FIFA 22: un update migliora i portieri, volti più realistici per 124 giocatori

Lascia un commento