Ronaldo in Arabia Saudita con riserva? Spunta la clausola per andare al Newcastle

Secondo alcuni media inglesi e spagnoli il portoghese potrebbe tornare in Europa in estate in caso di qualificazione in Champions League dei Magpies, di proprietà del fondo d’investimento saudita

Dal nostro corrispondente Davide Chinellato

3 gennaio – Londra (Regno Unito)

Oggi è il giorno di Cristiano d’Arabia. Alle 16 ora italiana a Riyad l’Al-Nassr alzerà il sipario sulla nuova avventura di CR7. Il 37enne portoghese ha firmato un contratto faraonico per due stagioni e mezzo, ma la sua avventura in Arabia Saudita potrebbe durare meno, molto meno.

LA CLAUSOLA

—  

Secondo indiscrezioni che rimbalzano tra l’Inghilterra e la Spagna, infatti, nel nuovo contratto di Ronaldo sarebbe inserita una clausola che consentirebbe al portoghese di tornare in Europa già la prossima stagione. E di esibirsi di nuovo in Champions League, la competizione a lui più cara. L’accordo con l’Al Nassr prevederebbe infatti un trasferimento di Ronaldo nel 2023-24 in prestito al Newcastle, il club di proprietà di un fondo arabo riconducibile alla famiglia reale Saudita, se i Magpies centrassero in questa stagione la qualificazione alla prossima Champions. La squadra guidata da Eddie Howe al momento è terza in classifica: si sapeva da quando nell’ottobre 2021 è stata acquistata dal fondo di investimento Saudita che sarebbe diventata la prossima grande di Premier, ma i risultati di questa stagione stanno accelerando i tempi. Per Pep Guardiola e Mikel Arteta, il Newcastle che in Premier non perde dal 31 agosto e ha la miglior difesa del torneo è da considerarsi già in questa stagione una candidata al titolo. L’arrivo di Ronaldo il prossimo anno sarebbe il regalo per la qualificazione Champions. Gli sceicchi hanno coperto CR7 d’oro per renderlo il volto del loro progetto sportivo, che punta anche attraverso il calcio a far crescere il profilo dell’Arabia Saudita nel mondo: l’idea era che la presenza di Ronaldo aiutasse a mettere il campionato saudita sulla mappa, ma servirebbe allo scopo anche se aiutasse la campagna Champions della squadra più legata alla famiglia reale.

LA PRESENTAZIONE

—  

Discorsi da affrontare in estate comunque, non subito. Oggi è il giorno dell’Al-Nassr, di quella maglia numero 7 già diventata cult. Ronaldo è sbarcato ieri sera a Riyad: il programma prevede che oggi prenda parte nel primo allenamento con la sua nuova squadra e che venga poi presentato nel modernissimo centro di allenamento del suo nuovo club. Il presente di CR7 è in Arabia Saudita. L’Europa, la Champions e la Premier League sono il suo passato. Ma forse anche il suo futuro.

Precedente PROBABILI FORMAZIONI CREMONESE JUVENTUS/ Diretta tv, dubbio tra Fagioli e Miretti Successivo Rinforzi in porta: non solo Vasquez, idea Sergio Rico

Lascia un commento