Roma, un no-vax tra i titolari, dal 10 gennaio non potrebbe più giocare: la moglie di Smalling vax-scettica

Roma, un no-vax tra i titolari. La Roma torna ad allenarsi e i tamponi molecolari di ieri hanno evidenziato un solo caso di positività. Il giocatore preferisce per privacy che il nome non venga fatto, è già in isolamento ma con sintomi lievi. Motivo per cui nei prossimi giorni proverà a fare un nuovo test.

Roma, un no-vax tra i titolari

A preoccupare Mourinho c’è anche un caso no vax tra i titolari della Roma che, qualora decidesse di continuare a non vaccinarsi, dal dieci gennaio non potrebbe più giocare con l’entrata in vigore del nuovo decreto.

La società è già al lavoro per cercare una soluzione e resta in attesa che il tema venga dibattuto a livello nazionale prima di intraprendere una strada.

Che il problema esista è stato confermato dall’Ansa, sul nome del calciatore riluttante se on ostile al vaccino si deve registrare qualche voce. Il sito della sponda opposta, “Noi biancocelesti”, sparava il nome di Smalling.

Più precisamente il fatto che la moglie, la modella inglese Sam Cooke, coltivi più di un atteggiamento diffidente verso i vaccini e la loro utilità.

E lo scriva sui social, per esempio additando la corruzione di Big Pharma, per capirci, che non consente studi alternativi al vaccino e boicotta soluzioni meno invasive. Anche se vere le posizioni di Sam Cooke, non è automatico che il marito debba condividerle.

Precedente La Samp saluta il 2021 con l'ultima seduta. Domani riposo, poi la ripresa in ottica Cagliari Successivo Crystal Palace-West Ham promette spettacolo

Lascia un commento