Ramsey tentato dal Newcastle. E la Juve spinge per Tchouameni

L’addio del gallese potrebbe aprire la strada per l’acquisto del centrocampista del Monaco già a gennaio. I bianconeri pensano anche a uno scambio con McKennie

Il nodo è sempre lo stesso, il centrocampo. Da anni la Juventus cerca di sistemare un reparto che un tempo era governato da un poker di campioni (Pirlo, Pogba, Vidal e Marchisio) e adesso è alla ricerca di una nuova identità. L’acquisto estivo di Manuel Locatelli, 23enne azzurro arrivato dal Sassuolo, ha contribuito a ringiovanire e riportare qualità in mezzo, ma non basta. L’obiettivo della Signora è mettergli accanto un giocatore fisico e di sostanza, che in mediana possa fare un po’ tutto. L’identikit porta dritto a Aurelien Tchouameni, centrocampista del Monaco e fresco vincitore della Nations League con la Francia, già nel mirino del club di Andrea Agnelli in estate. Per caratteristiche è quello che piace di più a Massimiliano Allegri, ma per tentare l’assalto già a gennaio è necessario che qualcuno vada via. Uno spiraglio potrebbe aprirsi grazie ad Aaron Ramsey, che dopo essere stato irremovibile in estate sta cominciando a prendere in considerazione l’idea di cambiare maglia.

RITORNO IN PREMIER?

—  

In soccorso della Juventus potrebbe arrivare il Newcastle, che è appena passato nelle mani di Mohammed Bin Salman. Il club inglese è stato acquistato da un consorzio guidato dal PIF (Fondo per gli Investimenti Pubblici) di proprietà del principe saudita, che deterrà l’80% delle quote. Con un patrimonio stimato di oltre 300 miliardi di euro, logico aspettarsi degli acquisti di peso, anche se il fondo dovrà fare i conti con il Fair Play finanziario. Secondo Fichajes il Newcastle avrebbe già contattato Ramsey per offrirgli un triennale. Con la Juve finora nessuno si è fatto sentire, ma un’eventuale cessione permetterebbe ai bianconeri di liberarsi di un ingaggio pesante (il gallese guadagna 8 milioni all’anno, bonus compresi, e ha un contratto fino al 2023) e di un giocatore di 30 anni che non rientra nel progetto tattico bianconero.

PROMOSSO DA MAX

—  

Tchouameni invece è giovane, dinamico e può interpretare più ruoli nel centrocampo bianconero. Si era parlato di lui già a giugno, ma il Monaco è bottega cara e senza una cessione la Juventus non poteva permettersi altri ingressi in mediana oltre a Locatelli. Tchouameni meno di una settimana fa ha giocato all’Allianz Stadium la semifinale di Nations League contro il Belgio: è entrato al posto di Rabiot nella ripresa ma è rimasto in campo a sufficienza perché Federico Cherubini, uomo mercato della Juventus, e Allegri, in tribuna insieme al nuovo a.d. Maurizio Arrivabene, potessero confermare l’opinione positiva che si erano già fatti di lui.

SOGNO POGBA

—  

Tchouameni non ha la classe di Pogba ma sa gestire il pallone ed è bravo negli inserimenti. A proposito del Polpo, è sempre il sogno proibito di Madama, ma nel suo caso bisognerà quasi certamente aspettare la sessione estiva per capire che cosa succederà con lo United (è in scadenza nel 2022). Un’operazione comunque molto complicata, che necessiterebbe di più di una cessione in mezzo per la Juventus: oltre a Ramsey, dovrebbe liberarsi anche di un altro ingaggio pesante, quello di Rabiot, e servirebbe comunque un sacrificio da parte dello stesso Pogba, perché Agnelli non potrebbe comunque arrivare ai 15 milioni di euro all’anno che guadagna ora.

NON SOLO RAMSEY

—  

La Juventud resta vigile e pronta a cogliere eventuali opportunità di mercato, come ama ripetere il vice presidente Pavel Nedved. E Tchouameni potrebbe diventarlo: il Monaco lo valuta tra i 30 e i 40 milioni, non è poco però sarebbe un investimento di prospettiva. Non è l’unico seguito dai bianconeri (oltre al solito noto Axel Witsel del Borussia Dortmund si è parlato anche di un contatto con l’agente dell’olandese dello United Donny Van de Beek, ma per caratteristiche non è una priorità in casa Juve) però è quello che più intriga. Per abbassare la quota del cartellino la Juventus potrebbe proporre uno scambio con Weston McKennie, considerato sacrificabile da Allegri. Finora il Monaco non ha mostrato interesse per il texano, che però piace in Premier: anche dalla sua cessione potrebbero arrivare soldi da reinvestire su Tchouameni.

Precedente Il punto sulla A femminile, Juve e Sassuolo in vetta, continua la risalita della Fiorentina Successivo Probabili formazioni Portogallo Lussemburgo/ Quote: Santos va sul sicuro

Lascia un commento