Rabiot: “Pogba mi ha chiesto di essere il trascinatore della Francia”

Forte di una prima parte di stagione da protagonista assoluto nella Juventus, non solo nelle ultime settimane che hanno visto i bianconeri risalire la classifica in campionato, Adrien Rabiot si dice pronto a indossare i panni del leader del centrocampo della Francia che vola in Qatar per la difficile e storica missione di bissare il titolo mondiale di Russia 2018.

Mondiale, tutti i giocatori della Serie A convocati in Qatar

Guarda la gallery

Mondiale, tutti i giocatori della Serie A convocati in Qatar

Rabiot e i consigli speciali di Pogba

Ad investire del ruolo l’ex PSG non è però solo la contingenza legata alle tante assenze nel reparto causa infortuni, su tutte quelle di Paul Pogba e Ngolo Kantè, che hanno costretto il ct Deschamps a scelte d’emergenza che hanno pure suscitato non poche polemiche presso l’opinione pubblica. Intervistato da ‘L’Equipe’, infatti, Rabiot ha svelato di avere ricevuto una carica particolare proprio da Pogba: “Con Paul ho un ottimo rapporto, non mi ha dato dei consigli, ma tanti incoraggiamenti e mi ha chiesto di trascinare la Francia come sto facendo con la Juve, di essere il leader del centrocampo. Non avverto particolari pressioni, anche se è il mio primo Mondiale e so cosa ci si aspetta da me, prendere per mano un reparto ricco di giovani. Mi sento pronto per questa responsabilità“.

Rabiot e il flop di Euro 2020: “Qualcosa non funzionò…”

La Francia dovrà quantomeno cancellare il flop di Euro 2020, finito agli ottavi contro la Svizzera con tante recriminazioni e polemiche interne. A Rabiot toccherà invece il compito di far parlare solo il campo, dopo diverse avventure poco felici con i Bleus: “Se all’Europeo siamo stati eliminati così presto è perché qualcosa non ha funzionato a dovere – taglia corto Adrien -. Abbiamo il potenziale per fare molto meglio. Quello che dobbiamo fare è restare uniti evitando che qualsiasi cosa si dica dall’esterno condizioni la tranquillità del gruppo“.

“Immagine sfuocata? Penso solo a giocare”

Se la mia immagine pubblica è un po’ sfuocata è perché voglio che sia così, non mi interessa tanto ciò che si dice fuori. Se le cose vanno bene sul campo tutti hanno una bella immagine. Penso solo a fare bene il mio lavoro – ha concluso Rabiot, prima di rispondere a una domanda su un eventuale ruolo in nazionale “alla Matuidi”, suo ex compagno alla Juve e fondamentale per gli equilibri della mediana nel 2018 – Ho caratteristiche differenti rispetto a Blaise, ma se dovessi ricoprire la posizione nella quale giocava lui lo farei senza problemi dopo averne parlato col mister”.

Deschamps sulla convocazione di Giroud: "Ho riflettuto, mi fido di Olivier. Su Rabiot..."

Guarda il video

Deschamps sulla convocazione di Giroud: “Ho riflettuto, mi fido di Olivier. Su Rabiot…”

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente La Polonia vola in Qatar scortata dai caccia militari Successivo Pogba e il retroscena su Ronaldo: "Una volta mi sono allenato con lui e..."

Lascia un commento