Plusvalenze, seconda squadra, talenti buoni per Pirlo: dietro le quinte del vivaio Juve

Negli ultimi 5 anni le giovanili bianconere hanno prodotto talenti che il club ha poi monetizzato, ora però la filosofia è più volta a lanciare i ragazzi in prima squadra. Quanto conta la Juve B…

Cifre alla mano, il vivaio bianconero negli ultimi 5 anni ha prodotto giovani talenti che il club ha saputo monetizzare, facendo plusvalenze per circa 113 milioni: da Kean a Spinazzola (che fra i tanti prestiti ha però giocato due anni nella Primavera bianconera), da Audero a Muratore, il settore giovanile è stato una fucina .

Precedente Nazionali, le pagelle degli "interisti": si salvano Lukaku ed Eriksen, male Brozovic e Perisic Successivo Serie A: la Roma sfida la San Marino, domenica ancora Inter-Milan

Lascia un commento