Pioli: “Potevo fare di più anche io, classifica non ci deve piacere”

Stefano Pioli è amareggiato dopo lo 0-0 del suo Milan contro la Cremonese. Il Napoli scappa, allungando in classifica, mentre i rossoneri restano impantanati allo Zini contro una squadra che ha difeso bene, in modo gagliardo. Si sono sentite le assenze di Theo Hernandez e Giroud, ma la vittoria doveva essere comunque alla portata del Diavolo. 

Pioli: “Potevamo fare di più”

Pioli dice subito la sua nel dopopartita: “Potevamo fare di più, è stato discreto il primo tempo, non all’altezza invece il secondio. Dovevamo muoverci meglio, dovevamo essere più pericolosi, anche se c’erano pochi spazi per una Cremonese molto attendista”. Non è soddisfatto il tecnico: “Nel secondo tempo abbiamo perso fluidità e velocità, ci sono stati tanti duelli, ne abbiamo vinti pochi offensivi, cosa che di solito invece ci riesce. Se non salti l’avversario, diventa difficile. Ci è mancata qualità, il guizzo, loa giocata. Gli avversari ci hanno marcato molto bene, noi dovevamo fare più movimenti senza palla”.

Serie A: il Napoli è inarrestabile. Il Milan si ferma a Cremona

Guarda il video

Serie A: il Napoli è inarrestabile. Il Milan si ferma a Cremona

Pioli: “Leao? Si vince da squadra”

Pioli non punta il dito contro Leao, entrato in modo non incisivo: “E’ sbagliato puntare su un singolo. Per ottenere risultati serve la squadra. Oggi non siamo stati all’altezza”. Eppure, in sede di teoria, la partita era stata preparata bene: “Ci aspettavamo questo atteggiamento, attendista, dovevamo muoverci bene, con i tempi necessari, non sempre ci è riuscito e questo ci ha creato difficoltà. Abbiamo avuto delle occasioni soprattutto nel primo tempo. Quando non sblocchi queste partite, poi diventano complicate. Abbbiamo creato poco, pur facndo sempre la partita noi”.

Pioli: “I punti dal Napoli sono tanti, ma il campionato è lungo”

La classifica: “Otto punti dal Napoli sono tanti, la classifica non ci deve piacere. Domenica abbiamo la possibilità per tornare a vincere e poi mettere a posto le cose durante la pausa per i Mondiali. Non volevamo però questo distacco. Complimenti al Napoli, noi potevamo fare qualcosa in più. Oggi tutti potevamo fare di più. Anche io, non solo De Ketelaere o altri”.

Champions League, il calendario di Napoli, Milan e Inter

Guarda la gallery

Champions League, il calendario di Napoli, Milan e Inter

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Cremonese, Alvini predica calma: "Bene col Milan, ma la strada è lunga" Successivo Milan: altro che scudetto, non funziona nulla o quasi. I motivi del flop

Lascia un commento