Perin: “La mia esultanza illegale”. E Sczcesny: “Prenderei a schiaffi Gatti”

All’indomani della vittoria della Juve sulla Cremonese, la squadra di Allegri mette nel mirino la sfida di ritorno di Europa League con il Siviglia. Tra tensione e agonismo, però, c’è anche il modo per i giocatori bianconeri di vivere un clima più disteso. È ciò che è accaduto durante l’intervista tripla di Szczesny, Perin e Pinsoglio, rilasciata ai microfoni del canale Twitch del club. Tra prese in giro e scherzi, il terzo portiere bianconero ha fatto una presentazione goliardica dell’ex Genoa: “Ciao mi chiamo Mattia, sono alla Juve da qualche anno e mi piacerebbe rimanerci a vita. Spero di finire la mia carriera alla Juventus”. 

Juve, la stagione maledetta di Pogba: ecco quante partite ha saltato

Guarda la gallery

Juve, la stagione maledetta di Pogba: ecco quante partite ha saltato

Juve, la tripla intervista a Szczesny, Perin e Pinsoglio

Perin ha poi risposto, presentando Pinsoglio: “Sono genuino e sincero, la mia qualità migliore è la sensibilità. Ho vinto più di Perin che ha vinto un solo Scudetto”, e Szczesny: “Sono un ragazzo equilibrato con attimi di follia. Ma chi non li ha? L’equilibrio è la mia qualità migliore, ma quando perdo le partitelle rosico anche se non lo faccio vedere. Sono molto competitivo. Sono anche un grande appassionato di architettura”.

L’ex portiere del Genoa ha proseguito, raccontando quelli che sono i riti tra i tre portieri: Facciamo il Pinsocottero quando ci dobbiamo attivare. È un pre-riscaldamento. Conosciamo solo noi questa tecnica, la usiamo quando serve la super energia per affrontare l’allenamento al meglio. Ci fa diventare tipo Supersayan. E una battuta sulla sua esultanza “folle” dopo la doppia parata decisiva contro lo Sporting Lisbona:Sono impazzito illegalmente, che dovevo fare?“.

È arrivato poi il momento di Szczesny, che ha commentato le prestazioni di Perin tra serietà e ironia: “È il portiere più forte in Italia e in Europa. Mi è piaciuta la mia doppia parata al rigore al Mondiale“. E una frecciata alla Nazionale di Mancini: “Quel torneo a cui l’Italia non partecipa mai…”.

Proseguendo, il portiere polacco è stato interrogato su quello che secondo lui alla Juve è il compagno più forte: “Non sono d’accordo con gli altri che dicono Di Maria. Non vorrei mai affrontare Kostic e Gatti, che prenderei a schiaffi. Oltre a Paredes, per via delle risse”.

Juve, lesione per Pogba: il comunicato

Guarda il video

Juve, lesione per Pogba: il comunicato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Juve, la stagione senza pace Successivo Haaland e il cibo cucinato a casa. I fan: “Disgustoso”

Lascia un commento