Paralimpiadi, per gli azzurri è record: con 61 medaglie superato il primato di Seul 1988

L’Italia ha raggiunto quota 61 medaglie alle Paralimpiadi di Tokyo, superando il record delle 58 vinte a Seul nel 1988: argento per la Legnante nel lancio del peso, bronzo per Dieng nei 1.500 piani e per Mancarella nella canoa velocità. A 2 giorni alla conclusione della manifestazione sportiva, ad oggi il medagliere azzurro è di 13 ori, 26 argenti e 22 bronzi. 

Paralimpiadi da record, le medaglie della notte

Ancora medaglie per gli azzurri nella notte ai Giochi Paralimpici. L’Italia ha vinto l’oro nel Team Relay di handbike, piazzandosi davanti a Francia e Stati Uniti. Al Fuji International Speedway gli azzurri Luca Mazzone, 50enne di Terlizzi (Bari), Paolo Cecchetto, 54nne di Legnano (Milano), Diego Colombari, 39enne di Cuneo, hanno conquistato la 50esima medaglia della spedizione azzurra in Giappone.

Il bottino azzurro è però salito fino a 54 con le medaglie del nuoto. Antonio Fantin ha ottenuto l’argento nei 400 stile libero di nuoto categoria S6 (menomazioni fisiche) alle Paralimpiadi di Tokyo. E’ la quarta medaglia a questi Giochi per il 20enne di San Michele al Tagliamento (Venezia). Simone Barlaam ha conquistato l’argento nei 100 metri farfalla di nuoto categoria S9 (menomazioni fisiche) alle Paralimpiadi di Tokyo. E’ la terza medaglia per il 21enne di Milano a questi Giochi. Stefano Raimondi ha conquistato l’argento nei 100 metri dorso di nuoto categoria S10 (menomazioni fisiche) alle Paralimpiadi di Tokyo. Per il 23nne di Verona è la quinta medaglia a questi Giochi. Francesco Bettella ha ottenuto il bronzo nei 50 metri dorso di nuoto categoria S1 (menomazioni fisiche) alle Paralimpiadi di Tokyo. E’ la seconda medaglia per il 32enne di Padova a questi Giochi.

Le altre medaglie per gli azzurri

Oney Tapia ha ottenuto il bronzo nel lancio del disco F11 (atleti ipovedenti) alle Paralimpiadi di Tokyo, con 39.52 metri. E’ il secondo bronzo a questi Giochi (dopo quello nel getto del peso) per il quarantacinquenne azzurro originario di Cuba, vicecampione mondiale e già argento a Rio 2016. Vincenza Petrilli è medaglia d’argento nel tiro con l’arco ricurvo femminile classe open categoria W2 alle Paralimpiadi di Tokyo. La 31enne di Taurianova ha perso per 5-6 la finale contro l’iraniana Zahra Nemati, che porta così a tre le medaglie d’oro vinte in altrettante edizioni consecutive dei Giochi. Arjola Trimi ha ottenuto l’argento nei 50 stile libero di nuoto categoria S4 (menomazioni fisiche) alle Paralimpiadi di Tokyo. La 34enne di Milano ha inoltre realizzato il record mondiale per la sua categoria (S3), vincendo la sua quarta medaglia a questi Giochi.

Martina Caironi ha ottenuto l’argento nel salto in lungo categoria T63 alle Paralimpiadi di Tokyo. Con la medaglia vinta dalla 31enne bolognese la spedizione azzurra arriva a quota 58 podi, eguagliando il record ottenuto ai Giochi di Seul del 1988, considerato il primato da battere (Roma 1960, con le sue 80 medaglie per l’Italia, è vista come un”edizione zero’ delle Paralimpiadi).

Precedente Ferrero contro De Laurentiis: "Accordi non rispettati su Petagna" Successivo Under 21 Italia-Lussemburgo dove vederla: orario, diretta tv e streaming, probabili formazioni

Lascia un commento