Padre picchia l’arbitro, arresti domiciliari in attesa del processo e Daspo di 8 anni

L’aggressione sabato a Firenze al termine di una partita under 14, a scatenare l’uomo l’ammonizione del figlio. Il tribunale ha convalidato l’arresto

Resterà agli arresti domiciliari in attesa del processo il papà 34enne che sabato è stato protagonista di un’aggressione all’arbitro e poi a un carabiniere al termine di una partita tra under 14 a Firenze al campo sportivo di Peretola. Intanto il questore di Firenze Maurizio Auriemma ha stabilito un Daspo di 8 anni per l’uomo che era stato protagonista dell’aggressione dopo l’ammonizione del figlio.

Il processo

—  

L’uomo non potrà entrare né trattenersi nelle vicinanze dello stadio Franchi di Firenze e del campo sportivo del Firenze Ovest e dovrà presentarsi per la firma in questura ogni volta che la Fiorentina gioca al Franchi. Il 34enne era stato arrestato dai carabinieri per percosse, lesioni, violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Oggi il tribunale di Firenze ha convalidato l’arresto e stabilito la misura degli arresti domiciliari in attesa del processo.

Precedente Le partite di oggi: il programma di mercoledì 11 maggio Successivo Mourinho: “C’è vita oltre la Premier, Abraham e Smalling lo dimostrano”

Lascia un commento