Padova e Pro Vercelli a punteggio pieno. I derby in Sicilia e Campania finiscono pari

Tanta intensità ma nessun vincitore nelle due sfide più interessanti. Nel girone A vittorie nette di Lecco e Trento

Dopo gli anticipi del sabato, in vetta al girone A ci sono Padova e Pro Vercelli. All’Euganeo la squadra di Pavanel, in una serata non brillantissima, rimonta la Pergolettese (2-1) con Della Latta e Biasci che hanno risposto al vantaggio di Guiu. Decisivo nella ripresa l’ingresso dalla panchina dell’ultimo arrivato Ceravolo, dietro le quinte di entrambi i gol. A punteggio pieno anche i piemontesi di Beppe Scienza, a cui è bastato un ottimo primo tempo con i gol di Comi ed Emmanuello per passare a Sesto San Giovanni (1-2).

Il gruppone

—  

Un punto a testa nell’atteso incrocio tra AlbinoLeffe e Sudtirol, con un gol per tempo di Manconi e Casiraghi. Nel folto gruppo a quattro punti ci sono due matricole: il Trento – si è giocato a Salò – ha travolto la Pro Patria (3-0) con la doppietta di Pattarello, il Fiorenzuola ha raggiunto in pieno recupero il Renate (Cevoli al debutto in panchina) con la doppietta dagli undici metri di Bruschi, in una partita in cui tre gol su quattro sono arrivati dal dischetto. Statistica che vale anche per Seregno-Feralpisalò (1-3), con la doppietta di rigore firmata in questo caso da Miracoli prima dell’intervallo. Il successo più netto è quello del Lecco di Zironelli, 4-1 al Legnago con un’altra doppietta – quella di Tordini – che ha chiuso i conti già a metà partita. Finisce 1-1 tra Mantova e Giana (Corti replica a De Cenco). Rinviate al 23 settembre il big match Juventus U23-Triestina e Virtus Verona-Piacenza per gli impegni internazionali di alcuni giocatori bianconeri ed emiliani.

Nel girone C

—  

Era la notte dei derby, entrambi finiti in parità. Secondo segno “X” consecutivo per Juve Stabia e Avellino: tante occasioni e un po’ di nervosismo (espulso Aloi nel finale), ma il derby del Menti è finito 0-0. Un punto a testa anche nell’attesissimo Messina-Palermo, che tra i professionisti non si incrociavano da 14 anni. Si è giocato a Vibo Valentia, dove il Messina si è portato avanti con Ibou Balde (fratello del neo cagliaritano Keita) per poi farsi raggiungere nel secondo tempo da Soleri. Di un altro fratello d’arte, Giuseppe Giovinco, il gol che ha fatto festeggiare il Taranto a Campobasso (0-1) dopo l’espulsione del molisano Fabriani che ha spaccato la partita. In Sicilia si è giocato al Massimino, dove si è preso la scena l’attaccante croato Leon Sipos, autore della doppietta che ha consentito al Catania di superare la Fidelis Andria (2-0). Un altro bis, quello di Cristian Carletti, ha fatto ritrovare al Latina i tre punti tra i professionisti (2-0 alla Paganese). Frena il Catanzaro, 0-0 al Viviani di Potenza contro il Picerno tenuto in vita dalle parate di Albertazzi.

Precedente Calhanoglu, gol e assist con la Turchia. Ok la Serbia di Milinkovic Successivo Dionisi dubbioso, il suo Sassuolo k.o. in amichevole contro una squadra di B

Lascia un commento