Operazione Koulibaly: così la Juve rastrella i fondi per provarci

Quanto costa Koulibaly, quaranta milioni? La Juve li rastrella sul mercato per ingaggiare il fortissimo difensore del Napoli, tuttora incerto sul proprio futuro pur avendo ancora un anno di contratto con De Laurentiis. I margini di manovra a Cherubini non mancano. Il riscatto di Demiral, deciso dall’Atalanta, frutta 20 milioni di euro; si aggiungano la cessione di Beruatto al Pisa (3 milioni); Zanimacchia che la Cremonese punta a riscattare, ma occhio al Parma di Pecchia che lo contende all’ex club sul filo dei 4 milioni; Mandragora, sempre più vicino alla Fiorentina.

Mercato Juve: quattro sorrisi per restare Allegri

Guarda la gallery

Mercato Juve: quattro sorrisi per restare Allegri

Fattore bomber

E poi ci sono Brunori, supercannoniere del Palermo neopromosso in B e Vrioni, capocannoniere dell’ultima Serie A austriaca con Karim Adeyemi, uno dei sicuri candidati al Golden Boy Tuttosport 2022. Brunori interessa a mezza Serie B, a cominciare dallo stesso Palermo; per Vrioni il club che ha manifestato l’interesse più concreto sinora è stato lo Charleroi.

Fattore De Ligt

Che Koulibaly sia un obiettivo inconfessato della Juve, è assodato da tempo. L’accelerazione del tentativo di portarlo a Torino è stata impressa anche dall’eventualità che un club inglese si presenti alla Continassa, paghi la clausola di 120 milioni di euro e ingaggi Matthijs de Ligt. Le manovre di avvicinamento del Chelsea all’olandese continuano e, se è vero che l’ex Ajax è legato alla Juve da un contratto in scadenza nel 2024, è altrettanto vero che di fronte a un’offerta di enorme portata, lo scenario cambierebbe di colpo. L’ideale, per Allegri, sarebbe la coppia de Ligt-Koulibaly. Non si stenta a capire perché.

Precedente Calciomercato Milan news/ Nuovi contatti per Dybala. Thiaw o Esteve per la difesa Successivo Mondiali, quando la sosta di Serie A 2022/2023?/ Date e modifiche del calendario

Lascia un commento