Napoli, per Raspadori spunta la formula stile Locatelli-Juve

Il portiere e l’attaccante. Anzi, i portieri e un attaccante: Giacomo Raspadori. Il grande obiettivo del Napoli è lui, un jolly offensivo di 22 anni che Spalletti vuole e aspetta. Già, ma quando: i contatti con il Sassuolo sono continui, ma De Laurentiis sta provando a limare la richiesta di 35 milioni di euro e soprattutto a trovare una formula di pagamento in stile Locatelli-Juve. Dilazionata. Magari in tre anni. Linea calda anche sul fronte-Kepa: ieri a Roma è andata in scena una riunione, un incontro con il suo manager Arturo Canales, e oggi tra l’altro il portiere ha anche commentato con un like su Instagram un post di Fabian sulla vittoria con il Girona in amichevole.

La formazione del Napoli di Spalletti con Kepa e Raspadori

Guarda la gallery

La formazione del Napoli di Spalletti con Kepa e Raspadori

Mercato Napoli, il punto

E allora, avanza il mercato. Momenti decisivi su più fronti: la trattativa con Kepa è nella fase clou, nel senso che con il portiere c’è l’accordo ma con il Chelsea c’è ancora qualcosa da mettere a posto: le cifre del prestito e poi i bonus. Per quel che riguarda Meret, sulle sue tracce c’è lo Spezia: Gotti lo vuole, lo stima, ma prima di tutto l’agente di Alex, e dunque Federico Pastorello, dovrà trovare un’intesa con il Napoli sul rinnovo e la formula: possibile il prolungamento di un anno e poi la cessione in prestito. Si lavora, senza sosta, e nel frattempo De Laurentiis dialoga con Tullio Tinti, manager di Raspadori, e ovviamente con Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo: la domanda iniziale è 35 milioni di euro, ma il presidente punta a chiudere a 30. Due richieste per Gaetano: Empoli e Cremonese

Raspadori-Napoli, c’è l’accordo

Guarda il video

Raspadori-Napoli, c’è l’accordo

Precedente Danilo Petrucci/ "Mi piacerebbe la Superbike. MotoGP? Gara aperta, è lotta a tre" Successivo Lazio, Maximiano carica: "Buffon il mio modello. Questo è un grande club"

Lascia un commento