Napoli, maglia senza patch per il razzismo: il gesto dopo il caso Juan Jesus

Dopo il caso Juan Jesus-Acerbi, il Napoli di Aurelio De Laurentiis ha scelto di rimuovere la patch riservata alla campagna anti-razzismo della Lega Serie A. Una protesta portata avanti dalla società partenopea dopo la decisione del giudice sportivo di assolvere il difensore dell’Inter, accusato di aver proferito un’espressione discriminatoria in occasione della sfida di San Siro dello scorso 17 marzo.

Maglia del Napoli senza patch per il razzismo: la decisione del club di De Laurentiis

Nel giorno di Napoli-Atalanta, lunch match della 30esima giornata del campionato di Serie A, il club di Aurelio De Laurentiis non indosserà la patch simbolo della campagna anti-razzismo voluta fortemente dalla Lega Serie A e dalla Federcalcio. Un gesto che farà discutere, ma che intende contrastare la recente sentenza del giudice sportivo, che ha assolto Francesco Acerbi dopo il presunto insulto razzista rivolto a Juan Jesus nel secondo tempo di Inter-Napoli. Intanto, prima del fischio d’inizio della partita odierna, gli Azzurri daranno vita ad una particolare iniziativa a sostegno del difensore brasiliano e della lotta al razzismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli-Atalanta diretta: segui la partita di oggi LIVE Successivo Napoli-Atalanta, iniziativa per Juan Jesus contro il razzismo: i dettagli

Lascia un commento