Napoli, De Laurentiis sul rinnovo di Insigne: “Dipende da lui”, la situazione

Resta o va via? Rinnova oppure no? Il futuro di Lorenzo Insigne al Napoli è ancora avvolto in una nuvola grigia gonfia di dubbi e incertezze. L’ultimo intervento del presidente De Laurentiis sembra però tracciare una linea, e lo fa a telecamere accese, per farsi ascoltare ancora meglio. “Non dipende da noi. Nella mia vita non ho mai forzato la mano. Se Insigne penserà che la sua vita professionale debba concludersi a Napoli siamo qui per accoglierlo. Altrimenti ce ne faremo una ragione”. Cosa c’è dietro queste dichiarazioni del presidente del Napoli? Quale è il messaggio recapitato ad Insigne (che è anche seguito dall’Inter, qualora si liberasse a zero) ed al suo agente?

LA VERITA’ SU OFFERTA E RICHIESTA – Innanzitutto facciamo chiarezza su quella che è la vera offerta fatta dal Napoli e sulla richiesta del giocatore. Insigne per rinnovare il contratto in scadenza il 30 giugno 2022 chiede 6 milioni di euro netti a stagione. Il Napoli è fermo sulla proposta di 4 milioni all’anno più bonus, che però anche sommati non arrivano ai 6 chiesti dal capitano. Come si risolve questo impasse?

LA MOSSA DI ADL – Vanno così contestualizzate le parole di De Laurentiis. Che esce allo scoperto e sottolinea come il Napoli sia fermo sulle proprie condizioni. Come a dire: noi possiamo offrirti questa cifra, arriviamo fino a qui (enfatizzato dal “non dipende da noi”), se ti va bene resti, seno puoi andartene. La palla, insomma, ora passa nel campo di Insigne. Il suo agente, Vincenzo Pisacane, è negli Stati Uniti per affari. Le parti si parlano costantemente, ma al momento non si vede luce alla fine del tunnel. De Laurentiis ha fatto la sua mossa, ora tocca a Insigne.

Precedente Juve al lavoro per la rescissione di Ramsey: vuole una buonuscita Successivo Video/ Juventus U23 Lecco (1-0) gol e highlights: Soulé regala la vittoria (Serie C)

Lascia un commento