Muriqi, un gol col Kosovo per far dimenticare Caicedo

Promosso a vice di Immobile dopo la cessione del colombiano al Genoa, l’attaccante ha realizzato la rete della vittoria sulla Georgia. Coi biancocelesti è a caccia di riscatto dopo la deludente stagione 2020-21

Si riparte. Ma serve una marcia in più rispetto all’anno scorso. Nella passata stagione Vedat Muriqi, il giocatore più pagato dalla Lazio durante l’estate 2020, ha segnato appena due gol. Entrambi all’Atalanta, uno in Coppa Italia, l’altro in campionato. Ci si aspettava di più. Alcuni problemi di salute (ha saltato la preparazione per un guaio muscolare, poi ha preso il Covid), il modulo utilizzato dalla Lazio lo scorso anno (3-5-2) e il bisogno di adattarsi a un calcio di livello superiore rispetto a quello al quale era abituato, lo hanno limitato.

La società però continua a puntare su di lui. Venduto Caicedo al Genoa, sarà Muriqi l’alternativa di Immobile in attacco. E nella partita di qualificazione ai Mondiali fra il suo Kosovo e la Georgia, la punta laziale ha mandato segnali confortanti: suo l’unico gol della partita. È la sua prima rete stagionale. Avrebbe fatto anche un altro gol, ma il Var glielo ha annullato per fuorigioco. Il modo giusto per ripartire.

Sfida i migliori fantallenatori al fantacampionato Nazionale di Magic Gazzetta, la classifica generale parte il 25 settembre! Avete ancora tempo, ma fate in fretta! In palio un montepremi da 260.000€. Attivati ora!

la situazione

—  

Per i tifosi biancocelesti l’addio di Caicedo, emotivamente, è stato difficile da accettare. L’attaccante passato al Genoa ha spesso segnato gol a tempo scaduto, portando punti pesanti alla Lazio. Dal Sassuolo al Cagliari, passando per la Juventus e il Torino: Caicedo, dopo un inizio difficile, è entrato con prepotenza nel cuore dei laziali. Muriqi dovrà sostituirlo, dovrà prenderne il posto. Per questo il gol segnato in nazionale può aiutarlo a ritrovare fiducia per inserirsi prima negli ingranaggi del 4-3-3 di Sarri. Gli arriveranno più cross dagli esterni, come quello che contro la Georgia ha trasformato in gol. Perché dopo la scorsa stagione, oggettivamente negativa, Muriqi deve ripartire. Ma serve una marcia in più.

Precedente Operazione Mondiale: l’Italia è giovane, Mancini per il bis pensa solo a ritocchi Successivo Zaccagni e Basic, due jolly per Sarri: le idee per cambiare pelle alla Lazio

Lascia un commento