Mourinho, infuocato anche il pre-gara: scintille con la polizia per le norme anti-Covid

Il tecnico non ha seguito le procedure di sicurezza ed è scappato dal pullman prima dei controlli. “Inseguito” vanamente da una poliziotta

Ancora prima della partita contro il Milan e dell’arbitraggio di Maresca, che lo ha a dir poco innervosito, Josè Mourinho già era arrivato in panchina non proprio sereno. A farlo arrabbiare, un episodio accaduto quando con la squadra è arrivato allo stadio. Come riporta “Il Corriere della Sera” l’insofferenza di Mou è nata dopo che il pullman della Roma era entrato dal carrabile dell’Olimpico seguendo due torpedoni del Milan: il tecnico portoghese ha deciso di non rispettare l’ordine della polizia di rimanere a bordo per le rigide norme anti-coronavirus e ha ordinato all’autista di aprire le porte e farlo scendere. Norme che magari stridono un po’ con il fatto che gli stadi siano ormai aperti al 75%, ma al momento sono inderogabili e devono essere rispettate da tutti i tesserati. Mourinho, seguito dal medico societario, dopo essersela presa con la polizia, è entrato negli spogliatoi precedendo la squadra senza fermarsi nonostante le rimostranze degli addetti alla sicurezza e, in particolare, di una poliziotta incaricata di gestire i flussi di ingresso. Non ci sono stati contatti fisici, né insulti nei confronti degli operatori ma, successivamente, la Polizia ha contattato i vertici della sicurezza del club con i quali c’è stato un chiarimento al termine della partita.

Il chiarimento

—  

Alla Roma è stato fatto presente che non era quello il comportamento da tenere in circostanze simili e che il pullman avrebbe comunque dovuto attendere che venisse conclusa la procedura con quelli del Milan, entrati prima, proprio per evitare qualsiasi contatto. Nei confronti di Mourinho, comunque, non sono stati presi provvedimenti e la serata si è conclusa con una stretta di mano tra la Polizia e i dirigenti della Roma. Mou, invece, era nero per come era andata la partita.

Precedente Europa League e Conference, scelti gli arbitri per Lazio, Roma e Napoli Successivo Vlahovic: che sia Fiorentina, Juve, Milan, Inter. Non fatelo andar via dall'Italia

Lascia un commento