Milan-Inter di Supercoppa, arrivano fuorigioco semiautomatico e riprese dal drone

Il debutto del fuorigioco semiautomatico, novità assoluta a livello di club, riempie di contenuti il derby tra Milan e Inter di domani sera: l’EA Sports Supercup apre le danze, tramite il supporto arbitrale che sarà poi introdotto nel nostro campionato a partire dal girone di ritorno. È uno dei motivi di attrazione di Milan-Inter, partita visibile in 165 Paesi diversi nel mondo. Con una produzione televisiva secondo il massimo standard adottato in campionato: si arriverà così al maggior numero di telecamere (30) mai impiegato dalla Lega Serie A in una partita disputata all’estero.

Il drone e le riprese aeree

Con l’ulteriore innovazione, grazie alla presenza di un drone in grado di realizzare spettacolari riprese aeree. «La finale che si disputerà a Riyad, nonostante le difficoltà di dover produrre all’estero, sarà uno spettacolo nello spettacolo», garantisce Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A. «Con immagini cinematografiche, camere dedicate e super slowmotion: saremo orgogliosamente la prima Lega al mondo per quanto riguarda l’introduzione di nuove tecnologie sul campo». Da oggi, undici campioni della Serie A del passato parteciperanno agli eventi della Lega: si tratta di Albertini, Candela, Cordoba, Del Piero, Di Biagio, Marcolin, Matri, Totti, Ventola, Vieri e Zambrotta. Dall’Italia, intanto, sono in arrivo trecento tifosi per un evento che dopo la pandemia torna a disputarsi all’estero.


Precedente Bologna, cambia il mercato: Terzic a gennaio e poi un rinforzo estivo Successivo L'Arabia si compra il calcio tra Supercoppe, Messi e Ronaldo

Lascia un commento