Milan, Ibrahimovic: “Pronti per l’Atletico. Simeone un vincente, come me”

“Diego Simeone è un grande allenatore. Un vincente, come me”. Zlatan Ibrahimovic elogia il tecnico dell’Atletico Madrid, prossimo avversario dei rossoneri in Champions League.Ha fatto grandi cose con l’Atletico Madrid. Ha una grande mentalità e un atteggiamento vincente. È come me. E questo mi stimola. Io e lui ci siamo visti una volta a Formentera. Ci siamo salutati, abbiamo parlato un po’, ma non c’è mai stata la possibilità di andare a giocare là”. Ibrahimovic ricorda la sfida di andata, vinta dagli spagnoli nel finale. “Abbiamo giocato bene contro l’Atletico fino al momento in cui siamo rimasti con un giocatore in meno ed è difficile giocare in inferiorità, soprattutto in Champions dove ti trovi a giocare contro le squadre più forti in Europa”.

Fiorentina, che poker al Milan: Vlahovic protagonista con due gol

Guarda la gallery

Fiorentina, che poker al Milan: Vlahovic protagonista con due gol

Ibrahimovic sull’Atletico Madrid: “Vogliamo vincere”

Il Milan, protagonista in campionato, non è riuscito a ripetersi in Champions League, ma non ha nessuna voglia di alzare bandiera bianca. Ibrahimovic suona la carica: “Abbiamo fiducia e siamo concentrati. Sappiamo cosa possiamo fare e quanto siamo bravi. Ma ogni partita è a se. Noi ci proviamo”,  ha dichiarato l’attaccante svedese in un’intervista a Prime Video. Sul suo ruolo all’interno dello spogliatoio. “Parlo tanto, sento di avere responsabilità. Non è programmato quello che dico. Non è che arriva qualcuno a dirti che sei un leader. Lo sei automaticamente. Quando ti senti di parlare ai compagni per dare loro aiuto e coraggio. Quello che dico io ai compagni in spogliatoio, non è programmato. Prepararsi è impossibile“.

Sanches, occhiolino al Milan. E intanto scherza con i compagni...

Guarda il video

Sanches, occhiolino al Milan. E intanto scherza con i compagni…

Precedente Video/ Torino Udinese (2-1) highlights e gol: Belotti in continua crescita! Successivo Immobile e l’incognita Europa League: si decide con Sarri

Lascia un commento