Mihajlovic: “Partita perfetta. Obiettivo salvezza, quelli futuri dipendono dalla società”

Il tecnico rossoblù: “Soumaoro ci ha dato solidità in difesa e sono contento per Barrow: se si mette a segnare…”

“Partita perfetta”. Non ha bisogno di cercare le parole, Sinisa Mihajlovic, per spiegare come il Bologna è riuscito a vincere il derby emiliano contro il Parma: “Abbiamo giocato una partita perfetta, abbiamo sofferto poco o niente. Abbiamo segnato tre gol, ma potevamo farne altri tre. Sono contento soprattutto per Barrow: con lui, in settimana, stiamo lavorando sui movimenti. Ma tutti hanno fatto bene oggi. Nella passata stagione al 90′ vincevamo per 2-0 e poi è finita 2-2, oggi siamo stati più bravi”.

grande soddisfazione

—  

Con il Bologna finalmente al completo, Mihajlovic riesce a raccogliere il frutto del lavoro. “Per quasi due mesi abbiamo giocato senza 7/10 giocatori e nessuno ha detto nulla, a differenza di altre squadre, anche più attrezzate di noi, che quando mancano 2 giocatori si fanno sentire. In quei momenti di difficoltà abbiamo cercato di non perdere le partite e abbiamo fatto cinque pareggi di fila. Adesso abbiamo una panchina più lunga. Soumaoro, per esempio, ha giocato una grande partita. Venerdì ne abbiamo un’altra alla nostra portata, cerchiamo di fare bene e dopo vediamo dove possiamo arrivare, anche se il nostro obiettivo resta la salvezza”. Mihajlovic ha spiegato come ha motivato i suoi giocatori. “Il Parma ha fatto una settimana di ritiro, ha 13 punti ed è disperato. Sono le stesse condizioni che ho trovato io quando sono arrivato a Bologna, due anni fa. Ci siamo salvati mettendo cattiveria agonistica, squadre anche più forti di noi ci sottovalutavano. Ecco, noi non dobbiamo fare lo sbaglio che gli altri facevano con noi”.

il futuro

—  

E adesso quali ambizioni può avere il Bologna, nel futuro. “Dipende dalla società, io ho contratto per altri due anni, vediamo quello che succede. Bisogna essere intelligenti, ci siamo fermati a metà strada con i progetti a causa di quello che è successo con il Covid. Io cerco di arrivare il prima possibile a 40 punti, se basteranno per salvarsi. Poi per il prossimo anno si parlerà, adesso è ancora presto. Non sono io che devo fissare gli obiettivi della società, ma i dirigenti. La battuta sul mercato (“Non mi sono accorto del mercato”, ndr)? Era per sdrammatizzare… In fondo, abbiamo preso Soumaoro che ci ha dato solidità dietro, e se davanti si mette a segnare Barrow, allora… Lui ha le caratteristiche per fare il centravanti, quando è nelle condizioni di fare gol la butta dentro. Adesso gioca più esterno, ma quando è davanti al portiere sa cosa fare. Stiamo lavorando tutti i giorni per permettergli di apprendere i movimenti giusti”.

Precedente Parma-Bologna 0-3: doppio Barrow e Orsolini, Mihajlovic travolge D'Aversa Successivo Benevento-Samp, le pagelle: Keita, un gol da 7. Tuia, tanti sbagli: 5,5

Lascia un commento