Maggio beffa il Cosenza: il playout d’andata è del Vicenza

La squadra di Baldini ha vinto 1-0 davanti al pubblico di casa grazie ad una rete al 90′ dell’ex napoletano. Un gol per parte è stato annullato dalla Var. Venerdì 20 maggio la gara di ritorno

La terza rete è quella giusta. Dopo un gol per parte annullato dall’arbitro, al 90’ ci mette lo zampino Christian Maggio. Il Vicenza supera il Cosenza grazie alla rete dell’ex Napoli bravo a mettere in porta il pallone dopo una grande giocata di Dalmonte. Ora la squadra di Baldini affronterà il ritorno al San Vito-Marulla, in programma venerdì 20 maggio, con due risultati su tre a disposizione: non valgono i gol in trasferta. Il direttore di gara nel primo tempo ha annullato una rete a Caso per aver rubato palla a De Maio partendo da posizione di fuorigioco. Nella ripresa Diaw ha superato Matosevic, ma cadendo ha poi toccato il pallone con un braccio.

nervi tesi

—  

Cori e fumogeni biancorossi al fischio d’inizio: diecimila i tifosi al Romeo Menti. Parte meglio il Cosenza: al 2’ Caso impegna Contini che smanaccia. I problemi iniziano subito per gli ospiti, al 7’ Boultam è costretto a uscire per un problema muscolare: al suo posto Vallocchia. Il duello più esaltante è quello a sinistra tra Lukaku e Bittante, l’ex Lazio punta più volte l’avversario cercando il fondo. Cavion ha due ottime chance dalla distanza e al 27’ centra pure la traversa. La reazione degli uomini di Bisoli arriva poco dopo. Al 31’ Caso ruba palla a De Maio, supera la difesa e batte il portiere. L’arbitro Maresca chiamato al Var annulla la rete del vantaggio perché l’attaccante partito in fuorigioco ha disturbato l’azione del difensore. Nervi tesi in campo e fuori, il direttore di gara estrae due cartellini rossi e un giallo verso la panchina del Cosenza. Nel recupero del primo tempo Venturi prova l’acrobazia in area dopo il corner, ma la difesa fa muro.

GOL AL 90’

—  

Le due squadre non si risparmiano. Al 51’, prima Caso e poi Diaw provano a sbloccare la partita con due occasioni. Dieci minuti più tardi è Ranocchia dal limite a cercare il tiro a giro, che finisce tra le mani di Matosevic. Al 70’ è ancora la corsa di Lukaku a creare problemi ai difensori avversari, il belga trova Diaw in area che cadendo mette la palla in porta. L’attaccante tocca con un braccio il pallone prima che finisca in rete, l’arbitro annulla anche questa dopo un silent check. È assedio biancorosso negli ultimi venti minuti. La difesa del Cosenza si chiude e respinge ogni attacco. Al 79’ Baldini manda in campo Meggiorini per aumentare il peso offensivo. Prima era entrato anche Dalmonte, al 90′ è proprio lui a superare con un doppio tunnel Vaisanen in area e sulla linea ci pensa Maggio a fare gol. Successo fondamentale per i biancorossi in vista del ritorno al San Vito-Marulla. In caso di parità dei risultati nei 180’ sarà salva la squadra meglio classificata, cioè quella di Bisoli.

Precedente Playoff Serie C: la Juve U23 passa il turno. Stop Zeman, Palermo ok Successivo Maradona: figurina all'asta, acquistata per una cifra folle

Lascia un commento