Luna Rossa più vicina alla finale di Coppa America: riviviamo le drammatiche fasi della vittoria sugli americani

Luna Rossa batte gli americani con due regate perfette. La finale della Coppa America è più vicina.

Guarda che Luna! Nel ventoso golfo di Auckland la nostra nazionale del mare, con due regate semplicemente perfette, ha demolito American Magic e messo il cappello sulla finale della Prada Cup.

Una finale che vale l’accesso alla finalissima della Coppa America, un sogno che l’Italia insegue da vent’anni (dal 6 marzo).

Un sogno probabilmente proibito ma che vale la pena di cullare. Un sogno svanito ad altre due barche italiane: Azzurra di Cino Ricci ed il Moro di Venezia di Raul Gardini.

DUE RAGATE DI LUNA ROSSA SENZA ERRORI E CON UN VENTO POCO PROPIZIO

C’era un vento poco propizio a Luna Rossa che preferisce venti leggeri, sotto i 16 nodi. Ciò nonostante i ragazzi di James Spithill sono scesi in acqua decisi, concentrati.

Prima regata: partenza sicura, solida. American Magic non molla. Azzarda incurante dei pericoli corsi nelle prove della vigilia (ancora il rischio scuffia). Luna Rossa controlla. La barca dello Yacht Club di New York ha un guizzo portentoso, inatteso, sorprendente. Fa addirittura il record di velocità. Vola. Un missile.  Raggiunge i 58,31 nodi, cioè 98,7 km/h. Pazzesco.  Impensabile per una barca ricostruita in 8 giorni dopo il terribile buco nella chiglia  accusato proprio contro Luna Rossa nella terza regata del secondo Round Robin. Ma l’AC75 di Patrizio Bertelli non si spaventa. Anzi. E va a chiudere con 2,43.
Seconda regata, American Magic ha un problema tecnico. Si disunisce. Le vele italiane vincono addirittura con 3,7 minuti di vantaggio. Non c’è storia.

IL TEAM INEOS DEL BARONETTO DI SUA MAESTÀ PRONTO ALLA DISFIDA

Gli inglesi di Ben Ainslie temono la barca italiana ma vogliono a tutti i costi la Coppa America. Prima però c’è lo scoglio delle 13 regate in programma dal 13 febbraio.
Quindi il gran finale dal 6 marzo. Il Britannia è in gran forma. Ma Luna Rossa va sempre meglio. E crede nei suoi numeri: lunghezza 22,86 metri. Come un carro merci (7,5 tonnellate). Altezza 26,5 metri. E undici uomini decisi ad entrare nella storia del più antico e prestigioso trofeo del mondo.

Precedente TMW - Il Parma rompe gli indugi: stallo per Fazio, offerta per Bani. Prestito con diritto di riscatto Successivo Verona, Juric: "La Roma non è in difficoltà. Lasagna forse gioca, Sturaro non è pronto"

Lascia un commento