L’Inter ritrova Real Madrid e Shakhtar (e in più la sorpresa Sheriff)

Per i nerazzurri due avversarie uguali alla scorsa stagione, ma ora con allenatori italiani, oltre alla sorpresa moldava. Alla fine, un buon sorteggio

Luca Taidelli

26 agosto – Milano

A metterla sul ridere, non ci potrà più essere Lukaku a intercettare il colpo di testa qualificazione di Sanchez. Nell’urna di Istanbul l’Inter infatti ha pescato le stesse due avversarie del beffardo girone di Champions della scorsa stagione, quando lo 0-0 proprio contro gli ucraini le costò una beffarda eliminazione anche dall’Europa League. Con il Real, a qualificarsi fu infatti il Borussia Gladbach, quest’anno assente. Al suo posto, nel Gruppo D, Simone Inzaghi troverà la sorpresa Sherif, che nel playoff ha eliminato la Dinamo Zagabria.

Variabile Mbappè

—  

Dopo l’era Zidane, al Real Madrid è tornato Ancelotti. Una garanzia, soprattutto in questa competizione. Anche se molto dipenderà dall’eventuale arrivo al fotofinish di Mbappè. I Blancos in mezzo alla difesa hanno perso un totem come Sergio Ramos e il suo compagno di reparto Varane, sostituiti da Militao e Nacho. E’ arrivato Alaba dal Real Madrid e con Benzema ci sono altre stelle del calibro di Hazard e Bale, con Isco per ora a guardare. Avversario tostissimo, per carità, ma forse non il peggiore di una seconda fascia in cui c’erano anche Liverpool e Psg.

Probabile formazione (4-3-2-1) Courtois; Vazquez, Militao, Nacho, Alaba; Kroos, Casemiro, Modric; Bale, Hazard; Benzema.

Shakhtar

—  

Altra avversaria appena affrontata (e qui siamo al tris, considerando l’Europa League del 2019-20) è lo Shakhtar di De Zerbi, reduce dalla clamorosa (e un po’ fortunata) rimonta contro il Monaco. L’ossatura della squadra è la stessa delle scorse stagioni, con un’anima brasiliana garantita dai piedi buoni dei vari Tetè, Marlos, Dentinho, Tyson. De Zerbi però ha già dimostrato di saper far giocare alla grande le sue squadre. L’Inter però appare più forte e la qualificazione si potrebbe giocare sui due scontri diretti.

Probabile formazione (4-1-4-1) Pyatov; Dodò, Marlon, Vitao, Matvlyenko; Antonio; Tetè, Maycon, Alan patrick, Solomon; Traorè.

Sheriff

—  

La sorpresa arriva dalla Moldavia, con lo Sheriff Tiraspol capace di eliminare nel playoff la Dinamo Zagabria grazie al pareggio in Croazia dopo il 3-0 interno. La squadra è nata soltanto nel 1997 e da allora ha vinto 19 campionati di Moldavia su 21 partecipazioni. In patria lo stadio da 13.300 che ospita lo Sheriff è considerato un piccolo gioiello, così come il centro sportivo. L’idolo dei tifosi è il maliano Traorè, uno dei 23 stranieri (il 76,7% del totale) in rosa. Proprio Traorè ha segnato una doppietta nel 3-0 con la Dinamo che ha fatto la storia.

Probabile formazione (4-2-3-1) Athanasiadis; Cristiano, Arboleda, Dulanto, Costanza; Addo, Thill; Traorè, Kolovos, Castañeda; Luvannor.

Precedente Lady De Rossi: “Separiamo le carriere, ognuno fa il suo. Quando stava male...” Successivo Udinese, senti Gotti: "Che bello riavere i tifosi!"

Lascia un commento