L'Inter da trasferta è un'altra squadra, ma in negativo

Da una parte il roboante 6-1 al Bologna, dall’altra la deludente sconfitta a Torino con la Juventus per 2-0. In mezzo, tutta la storia dell’Inter in questo campionato e così ben sintetizzata dall’ad Marotta all’indomani del ko con l’undici bianconero: «Non guardo mai le statistiche, ma in questo caso devono imporci riflessioni importanti. Abbiamo preso 19 gol (diventati poi 20 mercoledì, ndr), di cui 16 in trasferta con 4 sconfitte. Siamo l’Inter e non siamo abituati a questi numeri. Tante le partite perse fuori casa, dobbiamo capire perché c’è questa differenza tra casa e trasferta ricordando che domenica andremo a Bergamo per l’ultimo atto di questa parte di campionato: gli scontri diretti precedenti penso siano serviti per capire come e dove possiamo rimediare». In trasferta, infatti, l’Inter di Simone Inzaghi ha perso con Lazio, Juventus e Udinese (in quel momento fra le prime in classifica), ma anche il derby con il Milan, mentre la Roma è passata a San Siro. Il bilancio, come sottolineato da Marotta, non può essere accettato dal club. Che il rendimento lontano da Milano sia stato estremamente negativo in campionato, lo descrive bene anche il confronto non solo con le big della Serie A, ma anche con le squadre degli altri quattro campionati top in Europa che hanno preso parte in questa stagione alla Champions League.

Inter-Bologna, le pagelle: gemma Dzeko, Skriniar sradica palloni. Arnautovic disastro

Guarda la gallery

Inter-Bologna, le pagelle: gemma Dzeko, Skriniar sradica palloni. Arnautovic disastro

Inter dottor Jekyll e Mr Hyde

Come si può evincere dalla tabella che accompagna questo articolo, l’Inter di Inzaghi tra le mura amiche è un rullo compressore. Da quando il tecnico piacentino ha preso in mano la squadra nerazzurra, dunque dall’estate 2021, l’Inter ha disputato – in campionato – 26 partite casalinghe e ha messo insieme 20 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte per una media punti a gara di 2.42 (ben 67 i gol fatti e 20 quelli subiti). Solo Psg e Manchester City, nell’Europa che conta, hanno avuto in questo stesso lasso di tempo – agosto 2021/novembre 2022 – un rendimento migliore. Tutte le altre squadre sono state messe in fila. Netto il divario pure con le squadre italiane: il Milan ha una media di 2.23, il Napoli di 2.12, laJuventus e la Fiorentina di 2 (tutte le altre sono sotto i 2 punti). Peccato però che queste prestazioni eccellenti in casa diventino pessime in trasferta (restringendo il campo, però, a questo inizio di stagione). Inzaghi in sette gare ha raccolto quattro sconfitte (quelle elencante in precedenza con Lazio, Milan, Udinese e Juventus) e solo tre vittorie, con Lecce, Sassuolo e Fiorentina – due delle quali al 50′ della ripresa -, per una media punti a incontro di appena 1.29. Lontanissime le medie delle prime squadre in questa graduatoria (il Psg a 2.75, il Napoli a 2.71, Real e Barcellona a 2.57), ma anche quelle delle altre italiane (Lazio, Atalanta, Roma, Milan e Juventus, tutte sopra l’1.30). Guardando alle formazioni dei primi cinque campionati in Europa che hanno preso parte alla Champions, solo in quattro hanno finora avuto un rendimento in trasferta nei rispettivi campionati peggiori dell’Inter: il Siviglia (1.14), il Bayer Leverkusen (1), il Lipsia (0.86) e clamorosamente il Liverpool (0.83). Come detto, ora arriva la gara a Bergamo con un’Atalanta ferita (2 ko consecutivi con Napoli e Lecce). Per Inzaghi urge un cambio di marcia in trasferta per non passare 50 giorni… sotto processo.

Inter, dopo la goleada contro il Bologna arriva Bergamo: crash test per la difesa

Guarda il video

Inter, dopo la goleada contro il Bologna arriva Bergamo: crash test per la difesa

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Precedente Cronache di Napoli: “Kvara salta anche l’Udinese. Vergogna Juve, due rigori negati al Verona” Successivo Cairo: "Torino bello e in gran forma, 20 punti sono tanti"

Lascia un commento