L’incontro magico per Buffon: “È grazie a lui se sono diventato portiere”

L’estremo difensore ora al Parma ha incontrato l’ex portiere e sua fonte d’ispirazione

Anche dei mostri sacri come Gianluigi Buffon hanno il proprio idolo. E quando lo si incontra si è emozionati come dei bambini. Il sorriso e le parole dell’attuale portiere del Parma lo confermano. Super Gigi ha avuto modo di poter abbracciare Thomas N’Kono, ex estremo difensore del Camerun e tra i protagonisti di Italia ’90, nonché suo modello e ispiratore per la posizione di portiere.

Su Twitter, l’ex Juventus ha voluto condividere un momento di gioia davvero speciale raccontando le sue emozioni nel vedere e poter abbracciare N’Kono: “Gli idoli di gioventù restano sempre idoli, anche a decenni di distanza”, ha scritto Buffon nel suo messaggio che accompagna una foto con l’ex portiere. “È sempre un piacere riabbracciare il mio amico Thomas N’Kono, colui grazie al quale sono diventato un portiere”.

Dunque è grazie a lui che il 43enne ha intrapreso il suo percorso tra i pali diventano una leggende dal calcio, italiano e internazionale. Il Parma, inoltre, renderà omaggio a Buffon nella prossima sfida di Serie B con una maglietta speciale per festeggiare i 26 anni dall’esordio del portiere in A.

Precedente Qatar 2022, Inghilterra a un passo dai Mondiali. Scozia ai playoff, Danimarca fa 9 su 9 Successivo Morto Ermanno Pieroni: braccio destro di Gaucci a Perugia, poi portò l’Ancona in Serie A

Lascia un commento