L’equivoco sugli scarpini di Neuer, “arcobaleno” per marca e non per protesta

DOHA (Qatar) – Il troppo stroppia, così arriva una precisazione tesa a restituire dignità a una protesta, quella inscenata prima del match d’esordio a Qatar 2022 dalla Germania contro il Giappone, dall’alto valore simbolico. I tedeschi, da settimane sul “piede di guerra” contro le restrizioni imposte dalla Fifa alle manifestazioni di solidarietà a lavoratori e individui discriminati dal Paese ospite dei Mondiali, hanno rinunciato al muro contro muro, optando per una esibizione mediaticamente forse ancor più ficcante, come alternativa al divieto per il portiere e capitano Manuel Neuer di indossare la fascia “arcobaleno” One Love: bocche tappate con la mano destra a simoboleggiare la censura da parte della massima organizzazione calcistica internazionale. Un particolare però ha fatto sobbalzare gli spettatori, ma in questo caso si tratta di mera coincidenza.

La protesta della Germania prima del calcio d'inizio contro il Giappone

Guarda la gallery

La protesta della Germania prima del calcio d’inizio contro il Giappone

Gli scarpini di Neuer non sono un indizio

Ad attirare le attenzioni di spettatori e social sono stati gli scarpini indossati proprio dal portiere del Bayern e della Germania, variopinti e volendo interpretarli con occhi “diversi” proprio arcobaleno. Un afflato “cromatico”, prontamente smentito però dal mero merchandising: le scarpe da gioco di Neuer niente hanno a che vedere con la presa di posizione della Germania, ma sono semplicemente il modello Copa Sense prodotto dall’Adidas, regolarmente in commercio e senza reconditi significati.

Neuer rinuncia alla fascia "One Love": il guardalinee controlla

Guarda la gallery

Neuer rinuncia alla fascia “One Love”: il guardalinee controlla

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Totti porta l'Italia in Qatar: cosa è successo Successivo Ahi, Germania: adesso per passare il turno devi battere la Spagna

Lascia un commento