Lazio, Acerbi e il confronto con Sarri: la decisione

ROMA – Fine della permanenza a Grassau (con coda in Austria), si concludono anche le sedute in solitaria a Formello. Un conto è non partire, un conto essere messo fuori rosa. E non è questo il caso. Francesco Acerbi, salvo sorprese, tornerà in gruppo martedì alla ripresa degli allenamenti. Sarri ha concesso due giorni di riposo alla squadra. La Lazio ieri ha affrontato il Qatar nella sesta amichevole estiva, l’ultima della fase due della preparazione atletica. Il rientro a Roma è coinciso con il triplice fischio contro la selezione del Paese che ospiterà i prossimi Mondiali. E il difensore, destinato a salutare entro il primo settembre, è rimasto a Roma in attesa di una sistemazione. Al momento intorno a lui ci sono state soltanto voci di mercato, nessuna proposta recapitata alla dirigenza biancoceleste, disposta ad agevolare la sua uscita dopo le complicazioni della scorsa stagione, tattiche e ambientali.

Lazio, gli esuberi e il tesoretto: ecco tutti i giocatori in uscita

Guarda la gallery

Lazio, gli esuberi e il tesoretto: ecco tutti i giocatori in uscita

Acerbi, il confronto con Sarri

Una decisione, quella di non partire per la Germania, presa di comune accordo con Sarri, con cui c’è stato un confronto nei giorni di intervallo tra i due ritiri. Un altro colloquio lo aveva avuto con il presidente Lotito ad Auronzo di Cadore, dove Acerbi si era aggregato in corsa insieme agli altri nazionali che avevano goduto di un permesso speciale per qualche giorno in più di vacanza. In quel frangente aveva ricevuto delle rassicurazioni da parte della società riguardo la sua cessione: questa però non si è ancora concretizzata, perché il centrale aspetta la chiamata di una big. Il Napoli non ha affondato il possibile colpo dopo la cessione di Koulibaly, l’Inter dell’ex Inzaghi è ancora una pista fredda (probabilmente dipenderà anche dalle eventuali partenze in casa nerazzurra), la Juventus ha investito in modo pesante sul cartellino di Bremer e il Milan finora non si è mai fatto avanti. Si è parlato dell’opzione Atalanta e sullo sfondo resta il Monza, al momento scartato dal giocatore.

Lazio, fischi ad Acerbi: Sarri interrompe l'allenamento

Guarda il video

Lazio, fischi ad Acerbi: Sarri interrompe l’allenamento

L’estate di Acerbi

Acerbi ha svolto la preparazione atletica in gruppo, ha cercato di non farsi distrarre dai fischi da parte degli ultras allo Zandegiacomo. Poi però è stato impiegato da Sarri soltanto per un tempo (la ripresa) contro gli sloveni del Dekani. Un aspetto che è stato affrontato nel faccia a faccia con l’allenatore, in cui il campione d’Europa non ha nascosto di essere rimasto un po’ spiazzato dalla scelta di puntare solo sui calciatori del nuovo progetto, quelli sicuri della permanenza o appena acquistati. Nel reparto arretrato sono stati aggiunti Romagnoli, Casale e Gila, tre investimenti per rifondare una linea che aveva bisogno di essere rinforzata dopo i 58 gol subiti nell’ultimo campionato.

Lazio, Sarri e le lezioni in difesa: tutti ad ascoltare

Guarda la gallery

Lazio, Sarri e le lezioni in difesa: tutti ad ascoltare

Lazio, giocatori in partenza

Da martedì, giorno del nuovo raduno nel centro sportivo, inizierà un’altra fase della sua estate “particolare”. Se non ci saranno aggiornamenti sostanziali dal mercato, dovrebbe riaggregarsi alla squadra. E il discorso potrebbe valere anche per Akpa Akpro, altro calciatore che non è salito sull’aereo per la Germania e ha lavorato in modo individuale nell’ultima settimana (il posto in rosa dell’ivoriano verrà preso da Vecino). Acerbi ha proseguito le sgambate a parte aspettando la chance giusta per partire. Ora però, anche se da separato in casa, riprenderà ad allenarsi insieme al resto del gruppo.

Lazio, che formazione! E se resta Milinkovic...

Guarda la gallery

Lazio, che formazione! E se resta Milinkovic…

Precedente Bologna, Mihajlovic furioso: è allarme Successivo Diretta Bari Padova/ Streaming video tv: grande esordio al San Nicola (Coppa Italia)

Lascia un commento