La Roma è tornata a casa: ora Mou fa sul serio e Dybala punta l'esordio

ROMA – Finalmente, a Roma. La squadra di José Mourinho dopo undici giorni di intenso lavoro in Portogallo nella notte che ci siamo appena lasciati alle spalle, alle 3.30, è sbarcata a Fiumicino per continuare l’ultima fase di preparazione a Trigoria prima dell’inizio del campionato. Tutta la Roma è stata contenta del lavoro svolto in Algarve, un ritiro reso ancor più scoppiettante dall’arrivo di Paulo Dybala che adesso muoverà i suoi primi passi sui campi del Fulvio Bernardini aspettando l’esordio con la maglia giallorossa. Che arriverà molto probabilmente già mercoledì 27 luglio, tra tre giorni, nell’amichevole fissata a Trigoria contro l’Ascoli. Un test molto importante per continuare la preparazione atletica e tattica e per arrivare nelle migliori condizioni anche al match di livello contro il Tottenham. La Roma sfiderà il club marchigiano alle 17.30 dentro il centro sportivo, il match sarà a porte chiuse ma come ha tenuto a ribadire il presidente dell’Ascoli, Massimo Pulcinelli, sarà partita vera: «Peccato per le porte chiuse, ma non ci tireremo indietro – ha dichiarato il patron del club -. Siamo anche noi in una fase molto importante della preparazione, anche perché il campionato di Serie B comincerà una settimana prima della Serie A. La Roma si è rinforzata in attacco, ha fatto un grande colpo con Dybala. Sarà sicuramente una candidata per entrare in Champions League, non so se lotterà per lo scudetto anche se nel calcio non c’è mai nulla di scontato. La Roma si è rinforzata, la società è importante e sta facendo grandi investimenti. Siamo contenti di poterci confrontare con una squadra di livello».

L’Ascoli di Bucchi

La Roma avrà un Dybala in più per l’amichevole, servirà invece ancora qualche giorno per vedere il nuovo attacco dell’Ascoli: «In questo fine settimana definiremo i rinforzi offensivi che si aggregheranno al gruppo tra qualche giorno – ha ammesso Pulcinelli -. Stiamo lavorando su tre profili in attacco, poi il resto della squadra sarà quello della scorsa stagione che ha fatto benissimo nel girone di ritorno facendo più punti di tutte le altre. Ripartiamo da quel girone ma ci stiamo rinforzando in attacco». L’Ascoli a breve annuncerà tre acquisti in attacco, piacciono molto Di Carmine e Gondo della Cremonese. Oggi la squadra rientrerà in città dopo il ritiro a Cascia, il primo sotto la guida di Bucchi: «Il mister ci sta entusiasmando, è una persona seria e di qualità – le parole di Pulcinelli -. Non tutti i mali vengono per nuocere: si è dimesso Sottil e ci era un po’ dispiaciuto, ma da una situazione negativa ne è nata una molto più positiva. Speriamo di ripetere il buon campionato passato. Soprattutto quest’anno, in un torneo che sarà una serie A2 e non una Serie B visto le tante squadre di livello. Sarà un campionato avvincente». 
Amichevole a ritmi elevati quindi per la squadra di Mourinho che il giorno dopo, il 28, partirà per Israele dove il 30 affronterà il Tottenham per l’I-Tech Cup. Poi, il 7 agosto, la presentazione ufficiale della squadra all’Olimpico nel test contro lo Shakhtar. Insomma, saranno tre settimane molto intense prima di cominciare a fare sul serio, a partire dalla sfida contro la Salernitana.

Il retroscena sulle prime ore di Dybala alla Roma

Guarda la gallery

Il retroscena sulle prime ore di Dybala alla Roma

Precedente Milan, Ibrahimovic tira fuori i muscoli: "Razza differente" Successivo Juve, Alex Sandro: "Vogliamo tornare a vincere. Squadra unita e motivata"

Lascia un commento