La morte misteriosa del terzino con la pistola

Dino Fiorini, giocatore del Bologna e tra i più forti d’Italia, sparì sulle colline bolognesi nel settembre del 1944. Era fieramente fascista, ma quel giorno si è allontanato in moto con un amico partigiano. Nessuno dei due è tornato

Il terzino Dino Fiorini venne ucciso in un giorno imprecisato di inizio settembre 1944. L’ultimo avvistamento lo dava sulle colline di Monterenzio, sopra Bologna, lì dove – tra boschi di faggio e castagneti – comincia a prendere forma l’Appennino tosco-emiliano. Aveva ventinove anni. Il suo corpo non venne mai ritrovato. Questo è tutto quello che si sa. Il resto è avvolto nel mistero.

Precedente VLAHOVIC ALL'ARSENAL?/ Calciomercato, il dg.Barone: "Deve dire quello che vuole fare" Successivo Ikonè si presenta: "Fiorentina, mi manda Mbappè. Tornare in Europa? Si può"

Lascia un commento