La Asl stoppa il Bologna: non si gioca con l’Inter. Chiesto il rinvio col Cagliari

Bordon, direttore dell’ente: “ll dipartimento di sanità pubblica sta per emettere un provvedimento in cui ci sarà scritto che non ci sono le condizioni per giocare”. I rossoblù hanno 8 giocatori positivi e chiedono il rinvio anche della partita con il Cagliari

Anche Bologna-Inter non si giocherà. La positività di altri quattro giocatori rossoblù annunciata stamattina (Vignato, Medel, Van Hooijdonk e Santander, quest’ultimo tuttora bloccato in Paraguay, oltre a quelle annunciate nei giorni scorsi di Dominguez, Viola, Molla e Hickey) ha messo in allarme l’Ausl di Bologna il cui direttore, Paolo Bordon, si è espresso in maniera netta a E’tv: “Cosa succederà? Che non si giocherà – ha detto Bordon -. Oggi il Bologna ci ha presentato una situazione che stavamo monitorando con tanti casi di positivi. Ho parlato con i miei del dipartimento di Sanità pubblica, poi col dottor Sisca e l’amministratore delegato Claudio Fenucci del Bologna, ci hanno sottoposto una relazione in peggioramento per cui il dipartimento di sanità pubblica sta per emettere un provvedimento in cui ci sarà scritto che non ci sono le condizioni per giocare la partita”.

A breve, quindi, il provvedimento decreterà ufficialmente la non-disputa del match che è in programma domani alle 12,30. Poche ore fa, i tamponi fatti in mattinata non avevano fatto emergere altri positivi.

primavera e ripescaggio

—  

Nel frattempo, l’Inter era già partita in treno (18,30) per raggiungere Bologna ma la comunicazione ufficiale dovebbe arrivare a breve. Certamente le parole di Bordon (“Non ci sono le condizioni per disputare la partita”) suonano come un antipasto al provvedimento che ci sarà nelle prossime ore. Resta il fatto che, considerando gli 8 positivi, al Bologna mancano ben 12 giocatori: Sinisa Mihajlovic aveva convocato 5 Primavera ripescando anche Falcinelli che si era allenato sempre col gruppo ma mai dentro i piani tecnici dello stesso Mihajlovic. “Ho sempre detto che il nostro gruppo è ambizioso e positivo, ma che tutto questo diventasse virale no… – ha cercato di sorridere in mattinata il tecnico del Bologna – In questi giorni sono l’allenatore più pagato al mondo perché alleno tanti Primavera…”.

altro rinvio

—  

E alla luce degli sviluppi della situazione, la società ha chiesto il rinvio anche della partita con il Cagliari, valida per la ventunesima giornata.

Precedente Calendario, è il caos: rinviare sì, ma quando? Inter e Atalanta compresse Successivo CASSANO RICOVERATO PER COVID: COME STA/ "Curato con Remdesivir, forse dimesso domani"

Lascia un commento