Kvara, capocannoniere con stile

ROMA – Ci siamo: ????? ??????????? ossia Khvicha Kvaratskhelia, per noi Kvara. Si presenta da solo. Spavaldo georgiano di 21 anni che supera il metro e ottanta. Utilizza anche il sinistro, ma poi le magie le fa con il destro.  Dà il tu al pallone e sa pronunciare anche una parola con nove consonanti di fila senza vocali cosa decisamente ardua per noi latini. Alla fine di aprile, quando ADL ufficializzò il suo acquisto da parte del Napoli, la notizia venne annunciata dai telegiornali nazionali georgiani in prima serata con molta enfasi. Kvara nella Uefa Nations League è attualmente capocannoniere con tre gol della Lega C: la Georgia è nel girone 4 con Macedonia del Nord (che ha buttato fuori l’Italia dai mondiali in Qatar nella semifinale spareggio), Bulgaria e Gibilterra. La Nazionale georgiana punta a salire in Lega B per la prossima edizione della NL 2024-25.

ALTO A SINISTRA – Kvara è stato pagato meno rispetto a Eljif Elmas preso nel 2019. Il prezzo preciso rientra tra i misteri gaudiosi ma dieci milioni e qualche bonus potrebbero avvicinarsi alla realtà mentre il contratto quinquennale per il georgiano è di 1,5 milioni a stagione. Il padre Badri Kvaratskhelia è tecnico: l’FC Rustavi nella serie B georgiana è l’ultima squadra allenata. Kvara ha un ottimo rapporto tra gare giocate e cartellini subiti indice di correttezza in campo. Preso dal Napoli per sostituire Lorenzo Insigne, l’attaccante georgiano è molto veloce nelle ripartenze e salta bene l’avversario diretto. Quando riesce a evitare anche l’intervento del mediano tende a concludere a rete da fuori prima dell’arrivo dei centrali. Pur valutando la tara del campionato russo, di quello georgiano, Kvara ha tutti i mezzi per inserirsi bene in quello italiano. Molto importante sarà la sua crescita nel collettivo azzurro sotto la guida di Spalletti prima a Dimaro e poi a Castel di Sangro. Probabilmente deve sviluppare meglio il dialogo con i compagni di squadra ma non sarà difficile poiché si destreggia bene nello stretto con personalità. Può agire bene da trequartista nel 4-2-3-1. 

Precedente Belotti, Destro, Pinamonti: il valzer delle punte è pronto a decollare Successivo Lazio, per l’ex Biglia altra avventura in Turchia: c’è il Basaksehir

Lascia un commento