Juve, nuovo baby colpo: preso il talento Boende

La Juventus si è ritrovata la settimana scorsa alla Continassa, dove Massimiliano Allegri ha iniziato a preparare la prossima stagione, la prima del suo ritorno sulla panchina dei bianconeri dopo due anni di separazione. Nella sua prima avventura a Torino, Allegri vanta un palmares che recita 5 Scudetti, 4 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane e 2 finali di Champions League, prese contro Barcellona e Real Madrid a Berlino e a Cardiff. Allegri cercherà di riportare la Juventus sul tetto d’Italia, dopo che lo scorso anno l’Inter ha messo fine al regno bianconero dopo 9 anni. Obiettivo principale del toscano sarà quello di tornare a vincere in Italia, con un occhio a quella Champions League che ormai a Torino manca da troppo tempo.

Per dare l’assalto alla Coppa dalle grandi orecchie, la Juventus interverrà sul mercato, per puntellare la squadra a disposizione del tecnico toscano con alcuni inserimenti. Mentre Cherubini quindi lavora per regalare ai tifosi bianconeri nuovi calciatori da tifare, è arrivato il primo innesto per il vivaio bianconero: dall’Anderlecht Under 21 è infatti arrivato Joseph Nonge Boende. Classe 2005, belga d’origini congolesi, ieri ha salutato sui social gli ormai ex compagni dell’Anderlecht e da oggi si appresta a cominciare una nuova avventura in bianconero. Difensore centrale reinventato mezzala negli ultimi anni, Nonge Boende dispone digradino doti fisiche e atletiche, che lo rendono duttile e adattabile a più ruoli.

Alto 1,84 metri, il bagaglio tecnico che lo contraddistingue lo porta ad avere mix di qualità che lo rendono estremamente duttile e protagonista in entrambe le fasi di gioco. Al belga però viene rimproverato un eccessivo individualismo in campo e qualche eccesso che lo ha già portato ad incorrere in più d’una multa fuori dal rettangolo di gioco. Angoli che alla Continassa sono pronti a smussare per fare del giovane calciatore uno dei campioni di domani, da portare in prima squadra.

Precedente Calciomercato Serie C, Lecco: arriva Petrovic Successivo Cagliari, Ceppitelli: "In ritiro stiamo costruendo la stagione"

Lascia un commento