Juve, Allegri deve trovare 36 gol: a Dybala i tiri da fermo, e Morata va di corsa

Nell’era post Ronaldo Paulo ritroverà punizioni e rigori, Alvaro verticalità e spazi: attesa una crescita anche in Champions di Chiesa, Kean e Kulusevski

La doppietta di mercoledì all’Irlanda è la prima del Cristiano Ronaldo post-bianconero. Quei gol col Portogallo non servivano l’anno scorso alla Juventus (che invece lo perse per Covid durante una sosta per nazionali) e non mancheranno ora. Ma in patria l’uomo col sette ha ricordato a tutti come sappia risolvere partite sporche, come possa sopperire a mancanze di gioco, come riesca a tramutare in una vittoria sofferta una sorprendente sconfitta.

Precedente Fuori Giroud, dentro Ibra? Il Milan gli chiede tutto e subito Successivo L'Inter e gli specialisti per la Champions: la strategia di Inzaghi per Real... e ottavi

Lascia un commento