Juric: “Sul 2-0 serviva più cattiveria. Milinkovic bravo, ora avanti così”

Il tecnico granata: “Se non la chiudi contro l’Udinese soffri sempre. Belotti sta crescendo e ci aiuterà ad alzare il livello”

Ivan Juric mantiene grande lucidità nell’analisi della vittoria contro l’Udinese. Il Torino gli è piaciuto, ma ci sono diversi aspetti da limare. “E’ stata una partita difficile come pensavo, sul 2-o non l’abbiamo chiusa e ci è toccato soffrire fino alla fine. Ora dobbiamo ritrovare la migliore condizione di alcuni elementi importanti, come Pjaca Brekalo e Belotti, che ci aiuteranno a salire di livello e di qualità. Abbiamo fatto bene per 60′, ma non benissimo. Il nostro momento migliore è arrivato dopo il 2-0, potevamo chiuderla. Loro poi sono tosti e fisici, quindi quando li affronti ogni partita è una battaglia”.

BRAVO GALLO

—  

Juric parla volentieri di un Belotti in evidente crescita. “Contro Samp e Genoa aveva già fatto bene, oggi gli è mancato solo il gol perché ha preso anche un palo. Deve trovare continuità e lavorare con serenità. Singo fuori? Aina si trova meglio a destra secondo me e Vojvoda ha fatto bene lì a sinistra. Abbiamo Ansaldi fuori e voglio coinvolgere tutti nelle rotazioni, Vojvoda ha giocato poco e si meritava una chance dall’inizio”.

VANJA PROMOSSO

—  

Il tecnico granata deve ringraziare anche la crescita di Vanja Milinkovic. “E’ un ragazzo che ha qualità, è qui da anni e non aveva mai avuto l’opportunità di essere titolare, all’inizio aveva atteggiamenti un po’ così, ma adesso è cresciuto e deve continuare così. E’ alto, ha i piedi, para e sta facendo benissimo. E’ un campionato strano, noi anche contro grandi squadre abbiamo fatto bene, anche meglio di stasera, perdendo per episodi. Ora abbiamo davanti sei partite difficili, da qui a Natale vedremo di fare più punti possibile”.

Precedente Croazia, sorpresa Mandzukic: entra nello staff della nazionale Successivo Bayern Monaco, stipendi ridotti a calciatori no vax/ Kimmich rinuncia a 768 mila euro

Lascia un commento