Inter-Verona 1-0: Lautaro gol, Inzaghi aggancia la Juventus

È bastata una fiammata di Lautaro Martinez dopo tre minuti per permettere all’Inter di tornare a sorridere in campionato e dimenticare così il pari con beffa di Monza: 1-0 il risultato finale a San Siro nell’anticipo serale contro il Verona, che ha ben figurato nella ripresa sfiorando la rete del pari con Sulemana. Il Toro argentino aveva anche trovato la doppietta personale, ma l’arbitro Fabbri ha poi annullato per una sbracciata di troppo su Dawidowicz. I tre punti conquistati consentono a Simone Inzaghi di agganciare la Juventus a 37, a -1 dal Milan stoppato nel pomeriggio dal Lecce di Baroni. E adesso è tempo di Supercoppa: mercoledì, a Riad, la supersfida contro i cugini rossoneri per provare a portare a casa il primo trofeo del 2023.

Inter-Verona 1-0: il tabellino

Inter, è subito Lautaro!

Per vedere il primo sussulto sono bastati tre minuti: dopo una serie di rimpalli Lautaro Martinez ha controllato dal limite dell’area, impossibile per Montipò opporsi alla conclusione vincente dell’argentino. Le occasioni migliori della prima frazione sono passate tutte dal neo campione del mondo: prima di testa, col pallone bloccato dal portiere dell’Hellas, poi la girata terminata alta sopra la traversa. Il Verona ha provato a costruire qualcosa senza però impensierire Onana, la squadra di Inzaghi invece ha sfruttato il contropiede: a tre minuti dal termine Mkhitaryan ha cercato il colpo da biliardo con un tiro di precisione, la conclusione però è stata deviata da Hien con una mano (il Var ha deciso di non punire l’intervento).

Asllani vicino al raddoppio

Nella ripresa il match è proseguito senza troppi sussulti, coi nerazzurri che hanno cercato più a gestire le forze in vista della Supercoppa italiana: al 18′ Lautaro si è visto annullare un gol – dopo uno splendido tocco sotto – per un fallo su Dawidowicz, Asllani invece si è inventato una conclusione dal limite terminata a lato per questione di centimetri. La reazione da parte degli ospiti non è arrivata nemmeno nel finale, soltanto Magnani ha provato una conclusione al volo terminata però in curva.

Precedente Leonardo Tano, figlio di Rocco Siffredi, trionfa nei 60 ostacoli/ Tempo di 7"87 Successivo Napoli rallenta: tutte le big corrono, classifica cortissima

Lascia un commento