Inter in apprensione per Barella, Bastoni e Dzeko. E alla ripresa c’è il Napoli

Gli azzurri e il bosniaco hanno dovuto abbandonare il campo per problemi muscolari. Inzaghi: “Giocando a questi ritmi, succede. Spero siano cose di poco conto”. Domani esami medici in nazionale

Erano tra i protagonisti più attesi, invece non hanno inciso come sanno e sono addirittura usciti durante il secondo tempo per problemi muscolari, che se non altro non sembrano rilevanti. Non è stata la serata di Nicolò Barella, Alessandro Bastoni ed Edin Dzeko, ma ora la preoccupazione è legata alle loro condizioni. Anche perché alla ripresa c’è la sfida contro l’altra capolista, il Napoli.

Sulla linea

—  

Dzeko aveva un fastidio già nel primo tempo, ma ha stretto i denti fino al 76′, quando si è proprio fermato e accasciato a terra, con Doveri che (anomalia) ha invitato Calabria a mettere fuori il pallone per prestargli soccorso. Barella invece zoppicava già dopo un errore che ha acceso una ripartenza avversaria. Visti i suoi standard, una prestazione non all’altezza anche prima del fastidio al flessore, che al 68′ l’ha costretto a lasciare il posto a Vidal. Meno esplosivo del solito, l’ex Cagliari ha avuto comunque la palla del 2-1. Bravo Ballo Touré a salvare sulla linea, ma Nicolò poteva concludere meglio sull’assist di Bastoni. Anche il difensore (che però è quello che preoccupa meno) ha ceduto il posto a Dimarco all’84’ perché affaticato. Lui ha spinto parecchio, trovando addirittura la linea di fondo in un paio di situazioni.

Nazionali e Inzaghi

—  

I tre affaticati risponderanno comunque alle chiamate di Italia (che il 12 si gioca l’accesso diretto al Mondiale contro la Svizzera) e Bosnia e i rispettivi staff medici – in continuo contatto con quello interista – domani effettueranno i giocatori agli esami strumentali. “Barella ha avuto un affaticamento, ha chiesto il cambio ha spiegato a fine gara Inzaghi -. Ora valuteremo. Alla fine del primo tempo avevo qualche problema con Dzeko e Bastoni, poi ho messo dentro Correa. Giocando a questi ritmi è normale che qualche situazione del genere possa capitare. Speriamo siano cose di poco conto”.

Precedente Milan-Inter, le pagelle: Tonali e Calha da 7. Steccano Diaz e Lautaro: 5 Successivo Milan-Inter 1-1: tabellino, statistiche e marcatori

Lascia un commento