Inter, Gosens e Skriniar: il piano recuperi

MILANO – Due giorni di riposo per tutti. Dopo essere tornati nella notte da Lens, Simone Inzaghi ha concesso 48 ore di relax alla squadra. Un modo per consentire al gruppo di “staccare” e di salutare le famiglie dopo 10 giorni di ritiro alla Pinetina. Da martedì, però, il gruppo riprenderà il lavoro ed è previsto che i giocatori non convocati ieri per motivi fisici rientrino in gruppo.

Skriniar a Cesena

L’infortunio alla coscia subito in nazionale fa parte del passato e la fase di riatletizzazione ormai a buon punto: martedì o mercoledì Skriniar si unirà ai compagni. Era stata valutata la possibilità di portarlo a Lens, ma Inzaghi ha preferito non rischiare: prima dell’esordio del 13 agosto a Lecce ha altre due amichevoli (sabato a Cesena contro il Lione e sabato 6 agosto a Pescara contro il Villarreal) e dunque, considerando Milan un elemento fondamentale per l’undici titolare (sempre che resti…), ha deciso di non accelerare. Ieri mattina con Gagliardini e Gosens ha lavorato alla Pinetina e ha confermato di essere a buon punto.

Gaglia e Gosens

Non preoccupano neppure i due ex atalantini. “Gaglia” ha un leggero fastidio sotto il piede sinistro, probabilmente una conseguenza dell’infrazione a un dito accusata prima di Inter-Sampdoria, ultimo match dello scorso campionato. Il centrocampista ha svolto praticamente tutta la preparazione con i compagni e ha pure segnato nell’amichevole con il Monaco. Dopo ha sentito un dolore alla pianta del piede, ma gli accertamenti hanno escluso problemi. E Gosens? Il sovraccarico alla coscia sinistra avvertito contro il Monaco non preoccupa e non va associato al calvario della passata stagione quando indossava la maglia dell’Atalanta. Dopo gli esami svolti, staff tecnico e medico considerano il problema del tedesco un affaticamento dovuto ai carichi di lavoro, niente di più.

Dalbert a Milano

Mercoledì è stato sottoposto a intervento chirurgico per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro e adesso aspetta il via libera per iniziare la riabilitazione che svolgerà a Milano. Sarà pronto per gennaio quando lascerà l’Inter, probabilmente in prestito gratuito, per non avere minusvalenze a bilancio (è in scadenza nel giugno 2023). Il Nizza, che prima dell’infortunio aveva un accordo per prenderlo a 4 milioni, è una destinazione che può tornare d’attualità. All’Inter andrebbe una percentuale sulla futura rivendita.

Inter, Dzeko sbaglia due facili gol: sul web si scatenano le ironie

Guarda la gallery

Inter, Dzeko sbaglia due facili gol: sul web si scatenano le ironie

Precedente Lazio, Romagnoli e Patric: una coppia stile Sarri Successivo Psg, Paredes non gioca. E intanto segue la Juve e Di Maria

Lascia un commento