Inter, Eriksen favorito su Vidal. Milan, Rebic più di Leao. Juve, Buffon in porta

Il cileno è recuperato ma Conte potrebbe confermare il danese a centrocampo. Napoli in emergenza, ma Gattuso ritrova Koulibaly

20 febbraio – Milano

Dopo le vittorie di Fiorentina e Torino negli anticipi del venerdì, oggi si giocano altre tre partite valide per la ventitreesima giornata, domani sono quattro le sfide previste col derby di Milano, che si giocherà alle 15. Chiude il programma Juve-Crotone, posticipo del lunedì. Le ultime dai campi:

LAZIO-SAMPDORIA (oggi, ore 15)

—  

Lazio: problemi in difesa per Inzaghi, che ha Hoedt squalificato e Radu alle prese con problemi muscolari. Gli unici tre giocatori di ruolo disponibili sono Patric, Acerbi e Musacchio. Sulle fasce Marusic e Lulic vista la squalifica di Lazzari, davanti c’è Muriqi con Immobile.
Sampdoria: ampia scelta per Ranieri, che in attacco ritrova anche Gabbiadini e ha grande abbondanza. In difesa resta aperto il ballottaggio fra Yoshida e Ferrari, mentre Damsgaard potrebbe trovare una maglia da titolare (al posto di Jankto o Candreva). A meno che il tecnico opti per il modulo con il trequartista, inserendo Ramirez alle spalle di Keita e Quagliarella.

GENOA-VERONA (oggi, ore 18)

—  

Genoa: Criscito, che si era infortunato alla caviglia a Torino, recupera almeno per la panchina. Al suo posto c’è Goldaniga dal 1’. Torna Badelj dalla squalifica, in attacco Pandev favorito su Shomodurov e Pjaca per affiancare Destro.
Verona: Juric perde per squalifica il suo uomo più in forma, Dimarco, ma ritrova Faraoni con Lazovic che andrà a sinistra. Con Kalinic, Salcedo e Colley k.o., Lasagna sicuro titolare davanti a Barak e Zaccagni.

SASSUOLO-BOLOGNA (oggi, ore 20.45)

—  

Sassuolo: riecco Ferrari dopo la squalifica, che potrebbe essere affiancato da Chiriches. Improbabile il recupero di Boga: Traore e Defrel si giocano una maglia. Completano l’attacco gli inamovibili Berardi, Djuricic e Caputo.
Bologna: Skov Olsen non sta andando male, ma potrebbe tornare Orsolini a destra. Dal mazzo di Mihajlovic stavolta potrebbe spuntare Svanberg per affiancare Schouten in mezzo. Barrow ancora centravanti con Sansone a sinistra.

PARMA-UDINESE (domani, ore 12.30)

—  

Parma: Osorio è uscito acciaccato dalla partita di Verona ma può recuperare. Resta aperto il ballottaggio con Bani e Bruno Alves. A centrocampo Grassi, Sohm e Brugman in lizza per un posto accanto a Kucka e Kurtic. In attacco il tridente dovrebbe essere composto da Mihaila, Cornelius e Gervinho.
Udinese: Deulofeu molto probabilmente dovrà saltare la sfida del Tardini. L’attaccante ieri non si è allenato a causa di un’infiammazione a un ginocchio e nele prossime ore si conoscerà il responso degli accertamenti strumentali. In compenso Gotti ritrova Pereyra, che agirà alle spalle di Llorente. A centrocampo Walace, Arslan e De Paul. In difesa possibile il rientro di Becao a scapito di Bonifazi.

MILAN-INTER (domani, ore 15)

—  

Milan: Pioli paga dazio nel 2-2 a Belgrado in Europa League, con lo stop per infortunio di Bennacer. Vista la natura muscolare del problema, pare difficile un recupero: pronto Tonali. In difesa Kjaer accanto a Romagnoli e Rebic è favorito su Leao a sinistra (il ballottaggio resterà aperto fino all’ultimo).
Inter: Vidal ha lavorato con il gruppo e può considerarsi recuperato per il derby, ma potrebbe essere confermato Eriksen dal 1’. Per il resto nessuna sorpresa in vista. Piccolo affaticamento per Sensi.

ATALANTA-NAPOLI (domani, ore 18)

—  

Atalanta: Gasperini non è fanatico del turnover, ma è possibile che in vista del Real possa far rifiatare Freuler e Djimsiti, con in campo Palomino e Malinovskyi e conseguente arretramento di Pessina accanto a De Roon. Maehle e Gosens sulle fasce, rientra dalla squalifica Toloi.
Napoli: incredibile sequenza di infortuni per Gattuso, che nella partita di Europa League ha perso anche Politano per un colpo al costato. Non recupera nemmeno Demme. Il venerdì mattina ha però portato due buone notizie: Ghoulam e Koulibaly sono guariti del Covid e dopo le analisi cliniche di rito si riaggregheranno con la squadra. Il terzino andrà in panchina, il centrale potrebbe subito tornare in campo dal 1’ accanto a Rrahmani.

BENEVENTO-ROMA (domani, ore 20.45)

—  

Benevento: Barba, uscito per infortunio a Bologna, recupera e gioca. Ionita e Improta si candidano al rientro dal 1’ dopo la squalifica: il primo dovrebbe completare il tridente con Caprari e Lapadula, mentre Improta dovrebbe partire dalla panchina. Tuia favorito su Caldirola in difesa.
Roma: Allarme difesa per Fonseca. Oltre a Smalling e Kumbulla mancherà Ibanez, uscito contro il Braga per un problema al flessore. Cristante, invece, uscito anche lui in Portogallo dolorante, proverà a recuperare. Ha una forte lombalgia, se non ci fosse stata emergenza avrebbe riposato, adesso invece un tentativo lo farà. Se non dovesse recuperare oltre a Spinazzola, che scalerà nella difesa a tre, possibile che tocchi a uno tra Fazio e Juan Jesus. Ballottaggio in avanti tra Borja Mayoral e Dzeko.

JUVENTUS-CROTONE (lunedì, ore 20.45)

—  

Juventus: archiviata la Champions con la sconfitta di misura in Portogallo, Pirlo farà qualche cambio in una partita sulla carta piuttosto agevole. Dybala potrebbe giocare uno spezzone, Demiral e Fagioli si candidano per difesa e centrocampo (dove sono out Rabiot e Arthur). Si ferma nuovamente Chiellini, fuori un paio di settimane. Improbabile al momento che CR7 possa riposare: al suo fianco uno tra Kulusevski e Morata. In porta riecco Buffon.
Crotone: Stroppa pensa al 4-3-3 con il tridente Messias-Di Carmine-Ounas, mentre non recupera Benali. In mezzo al campo possibile il rilancio di Cigarini e l’avanzamento di Reca insieme al recuperato Molina.

Precedente Liga, il Betis batte 1-0 il Getafe: decide Iglesias dal dischetto Successivo Diretta/ Inter Juventus (Primavera) streaming video e tv. Big match di giornata

Lascia un commento