Il nuovo fenomeno della Germania tratta con la Juventus: "Il padre è in Italia"

C ’erano un olandese, un serbo e un italiano. C’erano e ci sono ancora: non è l’inizio di una barzelletta, semmai quello della lista dei desideri della Juventus a centrocampo. Le evoluzioni dei prossimi mesi, unitamente a eventuali offerte irrinunciabili in entrata, concorreranno a delineare lo scenario in cui i bianconeri si muoveranno nel mercato estivo, ma intanto una prima rotta è stata tracciata: sguardo vispo per intercettare le occasioni primaverili, leggi alla voce parametri zero, e tesoretto meticolosamente messo da parte per dotare la linea mediana di un innesto di spessore.

Koopmeiners, servono 60 milioni

Lì dove il tandem composto da Giuntoli e Manna, di concerto con Allegri, ha individuato terreno fertile per un salto di qualità, a prescindere dal rientro di Fagioli e dagli sviluppi dell’affaire Pogba. La priorità per alzare l’asticella, nell’anno dell’auspicato ritorno in Champions, è stata individuata in Teun Koopmeiners, 25enne che alla mediana dell’Atalanta da oltre due anni sta assicurando fisicità e tecnica, corsa e gol. Il prototipo ideale, insomma, a maggior ragione in virtù di un ingaggio di poco superiore al milione a stagione, se non fosse per le alte pretese della Dea: 60 milioni, o poco meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Salernitana, non basta la bolgia dell'Arechi: Inzaghi a rischio e B vicina Successivo De Laurentiis interpreta Renzo Arbore: ‘o show

Lascia un commento