I 10 giocatori che giocano poco e che possono infiammare il mercato invernale

Oggetti misteriosi o big caduti in disgrazia. In giro per l’Europa sono molti i giocatori che in questo inizio di stagione hanno trovato poco spazio nei rispettivi club: alcuni dei nomi rappresentano davvero una sorpresa ma quello che per una squadra può essere soltanto l’ennesimo “scaldapanchina”, per un’altra può diventare un colpo di mercato che svolta la stagione. Tolti dalla lista infortunati e lungo degenti, come Romelu Lukaku o Federico Chiesa, ecco chi sono i giocatori da tenere sott’occhio nel mercato invernale che non sono riusciti a collezionare nemmeno sei presenze con i club dall’inizio dell’anno calcistico.

Eden Hazard (Real Madrid)

Sperava che il Mondiale in Qatar potesse rappresentare un punto di svolta ma il suo Belgio è stato eliminato ai gironi ed Eden Hazard è stato costretto a tornare a Valdebebas non senza qualche rimpianto. Anche se il Real Madrid sembrerebbe aver aperto a una sua cessione a gennaio, nei giorni scorsi Carlo Ancelotti ne ha elogiato il momento di forma: “Si è allenato bene e lo vedo meglio rispetto a prima del Mondiale. Con tante partite in arrivo, sarà uno dei giocatori che utilizzerò”. Finora Hazard ha giocato solo tre partite (131′) in Liga, così come in Champions. In Europa però gli è andata leggermente meglio: ha segnato e servito un assist nella vittoria al Celtic Park (0-3).

Denis Zakaria (Chelsea)

Un vero “X-file”. Denis Zakaria è arrivato alla Juventus un anno fa e la scorsa estate, con il mercato in scadenza, è arrivato in prestito al Chelsea su richiesta dell’esonerato Thomas Tuchel. Ma né con Tuchel né con Potter il centrocampista svizzero è riuscito a trovare la magia, esordendo soltanto il 2 novembre, in Champions League contro la Dinamo Zagabria (1-2), quando ha trovato anche la via del gol. In Premier ha giocato solo una partita, l’ultima: l’ex giocatore del Borussia Mönchengladbach è partito titolare nella vittoria contro il Bournemouth (2-0).

Keylor Navas (Psg)

La scorsa stagione si erano dati il cambio in porta ma quest’anno Christophe Galtier ha deciso: è Donnarumma il portiere titolare del Psg, Keylor Navas si deve accontentare della panchina. Con la maglia del club parigino non ha ancora esordito dell’inizio della stagione né in campionato, né in Champions League, né in Supercoppa. Il suo contratto scade a giugno e sembra difficile per il Psg lasciarlo partire a metà stagione. Un portiere della sua qualità meriterebbe più minuti.


Precedente Pelé, Lapo Elkann e quel regalo: «Sempre nei nostri cuori» Successivo Dove andrà a vivere Ronaldo in Arabia Saudita: quanto costa la villa da sogno

Lascia un commento