Hugo Maradona: “Se Diego fosse tornato a Napoli sarebbe vivo”

NAPOLI – “Sono sicuro che se Diego fosse venuto a Napoli in questi ultimi anni sarebbe ancora vivo“: così il fratello del Pibe de Oro, Hugo Maradona, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli nel giorno del primo anniversario della scomparsa dell’indimenticato campione argentino. La città è raccolta intorno ai luoghi simbolo del suo idolo, dallo stadio che ora porta il suo nome, ai luoghi in cui le sue immagini troneggiano sulla città. Il fratello Hugo, che giocò in Italia tra la fine degli anni ’80 e la metà degli anni ’90, ha voluto ricordare suo fratello: “Dobbiamo ricordare Diego con felicità – ha affermato – perché ci ha dato tanto in campo. Uso il noi perché anche io, così come lui, mi sento napoletano. Non volevo piangere, ma non ce la faccio. Le mie sono lacrime di gioia perché sta sempre con noi, non ci ha mai lasciato davvero. Non potrò mai dimenticare come il Napoli festeggiò il suo primo scudetto. Non vedevo l’ora che finisse la partita. Quando l’arbitro decretò il termine, sono corso da mio fratello: fui il primo ad abbracciarlo. Diego aveva i suoi difetti così come li abbiamo tutti. Ma a Napoli stava bene, era felice. Ricordo che erano le due di notte, lui mi disse: Hugo, vieni con me, voglio vedere Napoli. Mi portò per via Caracciolo. Per lui Napoli era la una seconda casa“.

Maradona idolo di Napoli: l'amore dei tifosi dopo la sua morte

Guarda la gallery

Maradona idolo di Napoli: l’amore dei tifosi dopo la sua morte

Napoli, la statua di Maradona posizionata davanti allo stadio

Guarda il video

Napoli, la statua di Maradona posizionata davanti allo stadio

Precedente Cantona: "Sono il nuovo tecnico dello United". Scherzo o realtà? Successivo Juve, McKennie e il cibo italiano: pasta con i biscotti e caffè "lassativo"

Lascia un commento